Da giugno in poi sono arrivate 13 sconfitte in 24 partite, con 50 gol subiti: sono numeri da incubo per il Torino. E la classifica fa paura

La presa di posizione più evidente è stata quella del presidente Urbano Cairo: “Sono molto deluso dai giocatori”. Il patron del Torino, poco dopo le 22 di ieri confermava ufficialmente Marco Giampaolo – nonostante la sconfitta per 3-2 contro l’Udinese – e puntava il dito contro la squadra. Che anche il tecnico, poco prima aveva pubblicamente criticato, pur assumendosi in prima persona le responsabilità di una classifica deficitaria: “Il Toro non è stato all’altezza”. E questo ha condotto al settimo k.o. di un campionato fattosi ora drammaticamente complicato.

Nella Serie A 2020/21 nessuno ha preso più gol del Torino

Sei punti appena in undici partite, ma soprattutto 27 gol subiti: anche il Crotone ha lasciato il Torino da solo al primo posto della graduatoria che mette in fila le peggiori difese della Serie A. E a ciò si aggiungono quei 19 punti persi da situazione di vantaggio. Contro l’Udinese il conteggio non si è aggiornato – e, anzi, Belotti e compagni avevano anche recuperato due gol -, ma comunque il gruppo non è riuscito a reggere per nemmeno un minuto il 2-2 agguantato con foga in un battito di ciglia, illusorio.

Giampaolo non ha distrutto nulla, semplicemente non è stato ancora in grado di arginare un’emorragia che parte da lontano. Altri numeri? Eccoli. Il Torino ha vinto solo una delle ultime sedici partite di campionato, nelle altre quindici ha pareggiato sei volte e perso in ben nove occasioni. La sconfitta, insomma, è ormai un abitudine per un gruppo che il mercato di Vagnati ha cambiato poco.

Il crollo da giugno 2020 in poi

Dopo il lockdown di inizio 2020, la squadra allenata prima di Longo e poi dal tecnico di Giulianova ha messo in fila tredici sconfitte in ventiquattro partite, vincendone appena quattro (due volte contro il Genoa e contro Udinese e Brescia). In totale i granata hanno incassato 50 gol, in media due a partita. Un’ecatombe, soprattutto considerando che nel campionato 2018/2019 – dove i calciatori erano pressoché gli stessi e in panchina c’era Mazzarri – la media è stata, alla 38^ giornata, addirittura inferiore ad una rete a partita. Considerando tutto il 2020, inoltre, il Toro ha incassato più di tre gol nei 90′ in ben 13 gare. Un altro dato che descrive l’incubo.

Tutto questo, alimenta il vortice di negatività di cui ancora ieri parlava Giampaolo: “Sto lavorando dalla mattina alla sera per togliere queste insicurezze”. I calciatori, però, non reagiscono. E il Torino affonda, partita dopo partita. Incapace di vincere. Destinato (quasi) sempre a perdere.

Andrea Belotti
Andrea Belotti
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 13-12-2020


2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68
Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68 (@toroxever)
11 mesi fa

Siete fuori come dei gerani, lei, Vittonetto e chi l’aiuta a stendere gli articoli. E’ da gennaio scorso, dopo la ripresa, che da un tranquillo e asfittico galleggiare tra il 7mo e 11mo posto che siamo precipitati nella bagarre salvezza. Qualche filotto di partite giocate a perdere che solo gli… Leggi il resto »

odix77
odix77 (@odix77)
11 mesi fa

concordo. quali siano i motivi certi non li so, ma quello che dici è plausibile, piu alcuni che volevano andarsene… è da capire se quest’anno avevano mercato, perchè sirigu,nkoulu mi sa che tutte queste offerte non le avevano almeno quest’anno… serve cmq un ribaltone completo di uomini in rosa e… Leggi il resto »

Ennesima sconfitta: il Toro va in ritiro

Belotti 100: unico raggio di sole nelle tenebre granata