Dal ritiro di Santa Cristina Valgardena, il difensore del Torino, Armando Izzo, parla in conferenza stampa

Armando Izzo ha iniziato la quarta stagione al Torino. Dal ritiro di Santa Cristina Valgardena, dove da martedì sta lavorando insieme ai propri compagni di squadra, il difensore granata parla in conferenza stampa. Izzo, nella sua esperienza al Genoa, aveva già lavorato per due stagioni con Juric e anche con Gasperini. Il difensore ha parlato proprio dei due allenatori “Juric e Gasperini sono due grandi allenatori, sono molto simili, lavorano nello stesso modo. Puntano molto sull’intensità, puntano molto su questo. Juric è molto silenzioso ma carismatico, lavora molto sull’intensità, è molto aggressivo e trasmette questo. Sono molto contento di averlo ritrovato. Non è cambiato da Genova. Con lui bisogna stare zitti e pedalare.”.

Izzo: “La Nazionale? Il mio obiettivo è tornarci”

Izzo ha poi parlato della sua posizione in campo. Con Ivan Juric il Torino torna a giocare con la difesa a tre: “Da quando sono in serie A ho sempre giocato con la difesa a tre, conoscono bene il mister Juric e so cosa vuole, spero di ripagare la sua fiducia. Lo scorso avevo iniziato il ritiro con Marco Giampaolo e giocavamo a quattro dietro, che non era il modulo migliore. I miei obiettivi? Voglio una grande stagione di squadra e personale e dare una soddisfazione ai nostri tifosi e riprendermi la Nazionale. La voglia di tornarci è tantissima. Mi ha fatto male non esserci agli Europei, ma lavorerò ancora di più per prendermi il Mondiale. Per quanto riguarda la squadra, dobbiamo guardarci e migliroare giorno dopo giorno. Vogliamo fare una grande stagione. Noi del Toro non dobbiamo avere paura di nessuno. Ogni partita va affrontata a viso aperto. Solo così possiamo toglierci tante soddisfazioni”.

Izzo è poi tornato a parlare degli allenamenti a Santa Cristina Valgardena: “Lavoriamo molto sull’intensità e sulla forza. Gli allenamenti sono molto duri qua in ritiro, si corre tanto i carichi di lavoro sono pesanti. Con mister Juric stiamo davvero lavorando tanto, gli allenamenti sono molto intensi. Vuole molto da noi. Dobbiamo continuare così perché così saremo pronti per il campionato.“.

Izzo: “Quest’anno c’è molta empatia”

Izzo si è poi concentrato sul gruppo e l’aria che si respira in spogliatoio: “Il gruppo? Quest’anno vedo molta empatia. si è creato un grande gruppo con bravi ragazzi. Anche quando corriamo, siamoa gruppi. Siamo molto uniti. Anche quando finiscono gli allenamenti restiamo più tempo a tavola, dopo cena giochiamo alla play. Stiamo correndo ma ci stiamo divertendo anche tantissimo. Juric sul tempo libero? Per lui bisogna dare tutto in campo, poi fuori si è liberi. Vuole che si crei un grande gruppo, che si rida e si scherzi. È il primo a farlo“.

Sulla sua preparazione, invece: “Domani la prima amichevole. Siamo solo al quarto giorno di ritiro. Dobbiamo mettere i minuti nelle gambe e continuare questa preparazione. Bisogna fare ben già da domani sia con la testa che fisicamente. Le mie vacanze? Sono stato con la famiglia, le mie bambine. Mi sono allenato tantissimo perchè conosco Juric e so cosa vuole. Mi sono fatto trovare pronto. Mi ha fatto i complimenti dicendomi che mi ha visto bene e che mi ha visto pronto“.

Armando Izzo
Armando Izzo
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 17-07-2021


10 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
MondoToro
MondoToro
3 mesi fa

Bene, trovato il nuovo Gasperini ci mancano solo 20 giocatori di qualità, uno stadio di proprietà, un settore giovanile ed una dirigenza decente a partire dal DS. Mezzo miliardino di euro e si può fare. #caironuovopercassi #nuovaatalanta #championsindueanni

maximedv
maximedv
3 mesi fa

Izzo alla fine risulta quasi simpatico con la sua ruffianeria verso qualsiasi allenatore arrivi. 😀 In nazionale è dura, vista la differenza di schema, però spero faccia una buona stagione. Ha patito, come tutta la difesa, il calo di Nkoulou che era il vero mostro, ma a fine dell’anno scorso… Leggi il resto »

ElRubio (Paolo)
ElRubio (Paolo)
3 mesi fa

Beh sì è reso conto che l’anno da impresentabile che ha fatto gli è costato il titolo di campione d’Europa. Speriamo serva da lezione e che si ripeta sui livelli dei primi due anni in caso avremmo una gran bella difesa!

L’apprendistato di Warming: Juric lo prova come trequartista nel suo 3-4-2-1

I biglietti per Torino-Bochum: prezzi ed informazioni