Dal derby d’andata a quello di ritorno: il Torino non segna contro le grandi. E verso la Juventus Juric ha due dubbi in attacco

Belotti o no, Praet o non Praet, poco è cambiato, finora: il Torino, contro le squadre più attrezzate del campionato – quelle che in classifica sono oggi tra il primo e il settimo posto – ha faticato a segnare e dunque a prendere i punti. È successo, appunto, sia che in campo ci fosse o meno il Gallo, sia che nell’undici ci fosse o no il belga. L’uno, nel derby contro la Juventus di venerdì alle 20.45, scalpita per una maglia da titolare, e Juric ci sta riflettendo, l’altro è invece l’assente sicuro (e pesante) della stracittadina, dopo la frattura a un dito del piede che lo terrà ai box a lungo. Contro le grandi, Ivan Juric ha cambiato gli interpreti, nel corso della stagione, ma sin qui gli è sempre andata male: cinque sconfitte per 1-0 contro la Juve all’andata, il Napoli, il Milan, la Roma e l’Inter. A inizio stagione erano arrivati il k.o. contro l’Atalanta e l’1-1 casalingo contro la Lazio, che è anche il risultato – e in generale la partita – più vicina a una vittoria.

I dati del Torino contro le prime sette della Serie A

Totale? Due gol fatti appena e un filotto di cinque partite senza segnarne nemmeno uno. Cercare l’inversione di rotta allo Stadium, lì dove il Toro non ha mai vinto, è l’obiettivo al quale Juric sta lavorando da giorni, nel bunker del Filadelfia. Con le eccezioni delle partite contro Atalanta e Lazio, nelle quali la fase offensiva granata funzionò alla grande, nelle altre qualcosa è mancato. Gli attacchi del Torino hanno prodotto due, massimo tre, tiri in porta in quelle cinque gare (la media stagionale è di quasi quattro tiri in porta a partita) e una media di 0,9 Expected Goals per novanta minuti, mentre quella stagionale si assesta a 1,2 a partita.

I dubbi di Juric per Juventus-Torino

La Juventus non è un’avversaria impenetrabile, ma nelle ultime quattro partite di campionato ha subito solo il gol di Malinovskyi a Bergamo. In queste ultime ore di riflessioni e prove, Juric sta vagliando le soluzioni per migliorare l’attacco. Molto dipenderà dagli uomini: Brekalo è l’unico punto fermo, per il resto Belotti si gioca una maglia con Sanabria, mentre uno tra Pobega (favorito), Pjaca e Linetty sostituirà Praet.

Matthijs de Ligt (L) of Juventus FC competes for a header with Antonio Sanabria of Torino FC during the Serie A football match between Torino FC and Juventus FC.
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 17-02-2022


3 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Jones
Jones
3 mesi fa

il Gallo ne ha giocate poche,ma a parte questo segnamo poco in generale quindi è normale che con difese forti non si segni

toroscatenato
toroscatenato
3 mesi fa

Partita proibitiva, non c’ è dubbio, con l’ aggravante, appunto, della difficoltà ad andare in gol, e non solo con le grandi viste le poche reti segnate im campionato (siamo solo 14/mi per gol fatti). Secondo me due fattori sono alla base di questa difficoltà: il modulo a una sola… Leggi il resto »

mas63simo
mas63simo
3 mesi fa

Bene ottimo un bel viatico.

Juric sperimenta in vista del derby: prove da trequartista per Pobega

Torino, quanti punti persi nel finale. E nel derby i precedenti sono da incubo