Il Gallo non ha i novanta minuti nelle gambe ma soprattutto ha bisogno di tempo per trovare la condizione: però l’impatto col Venezia fa ben sperare

Meno di una settimana per prendere una decisione. Lo scorso sabato il ritorno in campo del Gallo dopo 76 giorni, il gol annullato da Giua e una prestazione di personalità che ha riacceso una tifoseria spenta dal raddoppio del Venezia. Fra due giorni allo Stadium il derby dirà se il Toro sarà in grado di incanalare la rabbia per le ultime due partite perse nella direzione giusta o no. E soprattutto dirà di più anche di Belotti che non è al meglio della condizione, è vero, ma che dopo quasi tre mesi di inattività ha una voglia incredibile di recuperare il tempo perso. Lo si è intuito sin dal primo pallone toccato al Grande Torino: lo hanno capito i tifosi, lo ha capito Juric.

Belotti, le condizioni dopo l’infortunio

Il tecnico croato deve ovviamente fare i conti con una condizione non ottimale del suo centravanti. Belotti ha giocato dal 25′ in poi avendo sulle gambe un paio di allenamenti più la rifinitura, è stato fermo una quarantina di giorni prima di ritornare in campo. Ed è il motivo per cui in un altro contesto l’inserimento del capitano granata sarebbe graduale: spezzoni prima di una gara da titolare. Però qui si parla di derby e di voglia di riscatto dopo due sconfitte difficili da digerire pur maturate in modo diverso.

Una squadra che costruisce occasioni ma che poi non le sfrutta merita certamente di avere in campo un grande finalizzatole come il Belotti dei tempi migliori: non è quello che sarà a disposizione del Torino nelle prossime partite ma quello che Juric spera di recuperare il prima possibile. E la tentazione di mandarlo in campo per uno spezzone sì ma dall’inizio è un’idea che frulla nella testa dell’allenatore: che col Venezia ha già forzato il rientro del Gallo e che per venerdì deciderà se fare ancora di più, promuoverlo titolare.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 16-02-2022


18 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Marcorti
Marcorti
3 mesi fa

E’ praticamente certo che questo sarà il suo ultimo derby.
Per la sua storia, per il sogno di tutti, deve giocarlo, deve segnare, deve vincerlo. Sopporterei venti sconfitte in casa col Venezia pur di vivere un momento così.

Valentino
Valentino
3 mesi fa

Anche con una gamba è di gran lunga il nostro miglior attaccante.

martin
martin
3 mesi fa

Credo che Juric sappia cosa fare. Spero solo che non ripeta gli errori di sabato. Su altri siti dicono che giocherà Pobega nel ruolo di Praet. Evidentemente, se così fosse, Juric deve essersi reso conto che spostare Brekalo a destra dove a suo dire rende meno e far giocare dall’inizio… Leggi il resto »

Fra Pozz
Fra Pozz
3 mesi fa
Reply to  martin

Infatti Juric a fine partita ha detto che ci manca peso in avanti..se sta bene potrebbe mettere lui dall’inizio.

Pellegri, obiettivo recupero: così potrà diventare un vero rinforzo

Toro, per Massa è il primo derby della Mole: i precedenti dell’arbitro con i granata