Contro il Rennes, i primi indizi sulle preferenze di Juric: Warming, Millico e Rauti restano a guardare i compagni

Tempi stretti ed ancora tanto da fare per il Torino di Juric, che comincia finalmente a prendere forma. Il cambio in panchina ha infatti messo in discussione l’intero organico granata, rinnovato ad ora con tre acquisti ed una sola cessione, oltre ai rientri dai prestiti. Il tecnico croato ha però svolto le valutazioni necessarie a stabilire le gerarchie e contro il Rennes, sono emersi i primi indizi. Se alcuni giocatori hanno convinto, altri sono invece stati segregati ai margini, rendendo esplicita la necessità di ulteriori nuovi acquisti.

Toro: Pjaca convince, Warming resta a guardare

Tra i reparti più affollati c’è quello d’attacco. Sono numerosi i giocatori a disposizione di Juric, soprattutto per quanto riguarda il ruolo di trequartista. L’ultimo arrivato, Marko Pjaca, inserito subito titolare, ha già convinto l’allenatore ex Verona. Autore di una buona gara, è stato poi sostituito da Verdi al 63′, preferito alle alternative disponibili. Tra queste anche il secondo arrivato durante il mercato estivo, Magnus Warming, che sta riscontrando un successo decisamente diverso dall’ex Genoa. In campo per alcuni spezzoni nelle amichevoli precedenti, non è riuscito a convincere, risultando ancora fragile ed inesperto. Con la sua esclusione dagli affidabili, la permanenza in granata non è più così scontata.

Millico e Rauti al fondo delle gerarchie

Lo stesso epilogo sta vedendo protagonisti anche Millico e Rauti, giovani prodotti del vivaio giovanile granata che ieri sono rimasti a guardare i compagni. L’ala classe 2000, rientrata dal prestito al Frosinone, sembrava aver cominciato al meglio la preparazione ma nella prova più complicata, non ha collezionato neanche un minuto sul rettangolo verde. Come Millico, anche Rauti, reduce da un infortunio nella prima parte del ritiro, ha trascorso i 90 minuti in panchina. L’idea del prestito lontano dalla Mole diventa una possibilità sempre più concreta per lui, di rientro dal Palermo ma pronto a ripartire. Potrebbe però non essere il solo.

Magnus Warming
Magnus Warming
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 01-08-2021


14 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Troposfera Granata
Troposfera Granata
2 mesi fa

Le cessioni nostre ad ora ammontano a 3: Sirigu, N’Koulou e Boyé.
Quest’ultimo ci avrebbe fatto comodo nel ruolo di trequartista più di tutti i Millico, Baselli, Verdi, Linetty e compagnia broccheggiante.

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
2 mesi fa

Dimentichi Meite

Troposfera Granata
Troposfera Granata
2 mesi fa

Ops, l’avevo già cancellato dai miei ricordi, incredibile.

AT72
AT72
2 mesi fa

Rauti viene da un campionato di lega Pro dove se fosse stato buono per la A avrebbe dovuto fare la differenza che non ha fatto, Millico è andato in B per dimostrare ciò che è… E lo ha fatto: è una pipp@, non è riuscito a giocare neanche lì. Warming… Leggi il resto »

Mikechannon
Mikechannon
2 mesi fa

Warming è un giovane in prova, tutte le società ci provano, ma lo sapete quanti giovani acquistano le società italiane in giro per il mondo?uno su 50 diventa titolare in serie A . Concentiamoci su quei 10 falliti che il nostro sagace Cairo se fatto appioppare dai vari DeLaurentis ,… Leggi il resto »

Ultrà
Ultrà
2 mesi fa
Reply to  Mikechannon

non ti confondere…quello in prova è Pjaca…Cairo è così concentrato sui 10 falliti…che ogni anno cambia allenatore…nella speranza di rilanciarli…

Juric manda un messaggio a Cairo: al Toro servono rinforzi

Juric: “Se Belotti non è convinto, non lo aspetto”