Le pagelle della stagione 2017/2018: Rincon parte bene ma crolla sul finale di stagione, alti e bassi per Baselli, delusione Valdifiori

Joel OBI: se i muscoli lo aiutassero, Joel Obi sarebbe certamente uno dei centrocampisti inamovibili nella mediana di Mazzarri. Lo dimostrano i numeri: tra gli infortuni che anche questa stagione lo hanno colpito, il centrocampista nigeriano ha messo a segno 22 presenze e 5 reti con un inizio di campionato regolare che aveva lasciato presagire un ritorno ai livelli, alti, del passato. Un buon passo, complessivamente, per chi la sfortuna continua ad averla come costante compagna di viaggio. Situazione che non può non rappresentare un rimpianto sia per il giocatore che per il Toro stesso. Avere un uomo come Obi a pieno regime per la formazione granata non potrebbe che essere un vantaggio: tra gli alti e bassi inevitabili di questa stagione, quando chiamato in causa Obi non si è mai tirato indietro e nonostante gli errori, il voto finale non può che essere alto. VOTO 7

Torino 2017/2018, le pagelle: per Baselli stagione positiva ma anche alti e bassi

Daniele BASELLI: Chiude in bellezza la sua stagione, Baselli, con il gol vittoria nell’ultima sfida stagionale e la sua prima convocazione in Nazionale. Un epilogo ottimo di una stagione che ha visto il giovane centrocampista granata protagonista di molti alti e bassi con prestazioni che hanno spesso confermato le doti tecniche del giocatore e altre che, al contrario, lo hanno fatto sembrare l’eterno incompiuto. Sia con Mihajlovic, che aveva saputo scuoterlo nella stagione precedente, che con Mazzarri, la cui fiducia non è sembrata in discussione durante questa seconda parte di campionato, le sue capacità e le sue potenzialità sono apparse spesso nebulose. Nonostante tutto, Baselli fa gola a molti sul mercato e il suo futuro è ancora in dubbio. VOTO: 6,5

Torino 2017/2018, le pagelle: Rincon convince a metà, calo netto nel finale di stagione

Tomas RINCON: 38 presenze e un gol tra campionato e Coppa Italia, questo il bilancio del centrocampista che non ha di certo disputato una delle sue migliori stagioni dando molto meno di quello che avrebbe potuto e dovuto dare alla mediana granata. Una stagione nella quale Rincon ha vissuto in un vero e proprio limbo tra il rendimento, medio, tenuto dal giocatore e quello ben più alto che si aspettavano il Torino e i suoi tifosi. Un’esperienza, quella in granata, iniziata positivamente con prestazioni più che convincenti soprattutto alla corte di Mihajlovic. Poi, un calo netto che lo ha più volte messo in discussione. Non si parla di mercato, per Rincon, ma è indubbio che da lui tutti si sarebbero attesi una stagione di ben altro livello. A stagione finita, dunque, il voto sarebbe potuto essere ben più alto ma la fiducia resta e non si parla certo di una bocciatura. VOTO 6

Torino 2017/2018, le pagelle: Valdifiori e Acquah, poche occasioni per convincere

Afriyie ACQUAH: un discorso analogo vale anche per il centrocampista ghanese che nella stagione appena conclusa ha messo a segno soltanto 22 presenze con 9 da titolare. Presenze nelle quali ha collezionato, come i suoi compagni di reparto, un lungo elenco di alti e bassi che non gli hanno permesso di convincere i due tecnici che hanno guidato il Toro in questo campionato. Poco spazio e un rendimento non eccelso che, di fatto, gli hanno spalancato le porte del mercato. VOTO: 6

Mirko VALDIFIORI: Tredici presenze, poche troppo poche per poter anche solo tentare di convincere Mazzarri. Il centrocampista granata non è riuscito a scalare le gerarchie né di Mihajlovic, con il quale ha comunque avuto maggiori possibilità, né tanto meno dell’attuale tecnico del Torino e la visione di gioco o la concorrenza di Rincon e Obi non sono certamente gli unici motivi. Ci ha messo del suo, Valdifiori, con prestazioni decisamente al di sotto delle aspettative. La sufficienza non è in discussione ma per ambire a qualcosa di più il centrocampista doveva sfruttare decisamente meglio le poche chance a disposizione. VOTO: 5,5


10 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Giankjc (Gianky1969)
Giankjc (Gianky1969)
3 anni fa

L’unico apprezabile Obi ma per ovvie ragioni, legate ai problemi fisici, non può essere considerato la base di partenza per la prossima stagione.
Centrocampo totalmente da rifondare, il reparto senz’altro peggiore.

Giankjc (Gianky1969)
Giankjc (Gianky1969)
3 anni fa

Condivido.

Giankjc (Gianky1969)
Giankjc (Gianky1969)
3 anni fa

Fai bene ad essere fiducioso.

Torino, Baselli è sicuro: “Con Mazzarri si può fare il salto di qualità”

Nazionale: Belotti lascia la 9 per l’11, Sirigu torna da numero 1