Torino, Longo: modulo diverso e rilancio di Edera e Millico

Rilancio di Edera e Millico, possibile cambio di modulo: Longo cambia il Toro

di Andrea Piva - 5 Febbraio 2020

Oggi inizia l’avventura di Moreno Longo sulla panchina del Torino: ecco come il neo allenatore può cambiare la squadra di Walter Mazzarri

Prima le firme sul contratto poi, al pomeriggio, il primo allenamento al Filadelfia da allenatore del Torino: inizia l’era di Moreno Longo sulla panchina granata. Dovrà immediatamente rimboccarsi le maniche perché lo stato di salute della squadra che ha ereditato da Walter Mazzarri è a dir poco pessimo: tre sconfitte, quindici gol incassati in una settimana e l’infortunio di Simone Verdi che restringe ancora di più una coperta già molto corta. Quali medicine somministrerà allora a questo Toro per guarirlo?

Torino: Longo rilancia i giovani

La prima sarà il rilancio dei più giovani: Vincenzo Millico, ma anche quel Simone Edera che con Longo ha già lavorato in Primavera, vincendo anche uno Scudetto (insieme anche a Kevin Bonifazi, che forse ora avrebbe trovato più spazio) e una Supercoppa italiana. L’altra mossa potrebbe essere il cambio di modulo, ma difficilmente questo avverrà subito. Gli schieramenti base delle sue formazioni Primavera erano il 4-3-3, il 4-2-4 o il 4-2-3-1 ma, durante le sue esperienze alla Pro Vercelli e al Frosinone, ha optato spesso anche per schieramenti con la linea difensiva a tre.

Torino: si riparte dal modulo di Mazzarri?

Considerato che ora dovrà fare i conti con le tante assenze, che avrà gli uomini contati a centrocampo, sugli esterni e anche in attacco (almeno finché Zaza non tornerà a disposizione e al top della forma), più probabilmente Longo proseguirà sull’impronta tattica lasciata da Mazzarri. In questi giorni lavorerà per ridare serenità, coraggio e grinta a una squadra che ultimamente sembra aver perso tutto ciò. Lo farà all’interno di quel Filadelfia che, qualche anno fa, sognava di poter calcare da tecnico della Primavera. Salvo imprevisti, quel prato lo calcherà ora, ma da allenatore della Prima squadra.

più nuovi più vecchi
Notificami
castellini1970
Utente
castellini1970

d’accordo con Lovi e MondoToro: Longo non doveva rendersi disponibile…
non dopo quanto avvenuto negli ultimi tempi…
ha approfittato dell’occasione ma, come tutti quelli che si sono legati al piccolo uomo, non ne uscirà bene…

giogranata
Utente
giogranata

Fiducia totale in Moreno perchè sa cosa è il Toro ed è una persona perbene, con sani valori, sia sportivi che soprattutto umani. Sicuramente, il debutto, va bene in casa, ma contro una Sampdoria ben guidata da Mister Ranieri e con il dente avvelenato dopo la sconfitta subita tra le… Leggi il resto »

MondoToro
Utente
MondoToro

D’accordo con Lovi, un granata in questo momento avrebbe guardato urby negli occhi e ringraziando avrebbe declinato. La realtà è che alla fine ognuno tira l’acqua al suo mulino, e Longo ha preso la panchina al balzo. Poesia e granatismo lasciamoli pure fuori. Qui abbiamo una squadra allo sbando, senza… Leggi il resto »