Il centrale in prestito dalla Salernitana è rientrato a Udine e ora spera di convincere Juric e il Torino quest’estate a puntare su di lui

Un avvio incerto, prima di offrire prestazioni in cui si iniziavano a intravedere qualità importanti. Matteo Lovato si era presentato con l’errore del Mapei, che aveva favorito l’iniziale vantaggio del Sassuolo con Pinamonti. Le uscite seguenti è parso integrarsi negli ingranaggi di un allenatore come Juric, che dalla comune esperienza all’Hellas Verona conosce a menadito. Il difensore arrivato a gennaio in prestito con diritto di riscatto, come rincalzo volto a fermare l’emorragia di infortunati della difesa, a sua volta ha poi fatto visita all’infermeria. Trauma elongativo al soleo rimediato lo scorso 26 febbraio a Roma, che lo ha costretto poi a saltare le gare con  Fiorentina e Napoli. A Udine una mezz’ora scarsa al posto di Vojvoda, adattato a braccetto di destra. Ora è pronto a lottare per una maglia da titolare. In questa lungo intervallo che va dalla vittoria di Udine al prossimo impegno col Monza, Lovato avrà avuto modo di lavorare sulla sua forma fisica e probabilmente si calerà in un tete a  tete con Tameze, con Vojvoda interessato speciale, per comparire nell’undici in questo finale di stagione in cui i granata dovranno fare a meno di Djidji, oltre al lungodegente Schuurs.

Lovato, obiettivo riscatto

Tocca anche a Lovato farsi trovare nelle migliori condizioni per continuare l’ottimo rendimento di una difesa che ha fatto peggio solo di Inter, Juventus e Bologna. Forse il vero motivo per cui i granata possono quanto meno sognare in un rallentamento delle altre contender, per superarle in curva nella corsa alle qualificazioni europee. Obbiettivo di squadra, come quello personale per Lovato che deve convincere il Torino a esercitare il riscatto che si attesta attorno ai 4 milioni di euro, da depositare nelle casse della Salernitana. Molto dipenderà da questo finale di stagione, in una squadra che, salvo infortuni, è abbastanza coperta sul discorso centrali. In ballo restano comunque anche le posizioni di Djidji e Rodriguez, in scadenza di contratto il 30 giugno.

Matteo Lovato of Torino FC gestures at the end of the Serie A football match between Torino FC and US Salernitana.
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 25-03-2024


9 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
mavafancairo
18 giorni fa

si calerà in un tete a tete con Tameze, con Vojvoda interessato speciale

Reda, non so che robaccia leggete (le riviste cairote ?) o che strani club frequentate… ma vi pregherei di alzare, anche solo un minimo, il vostro livello giornalistico, grazie

James 75
James 75
18 giorni fa

4 milioni? Va bene compreso anche il nazionale under 21 lirola però

mavafancairo
18 giorni fa
Reply to  James 75

forse volevi dire Pirola ?

James 75
James 75
18 giorni fa
Reply to  mavafancairo

Si è stavolta è colpa del t9

Sangueblu
18 giorni fa

Mmm bene…

mavafancairo
18 giorni fa
Reply to  Sangueblu

direi benissimo !

Sanabria si prepara al Monza: l’anno scorso in gol nei 2 confronti

Nazionali, la Georgia di Sazonov per la storia. In campo altri sei granata