Questo Lukic è un lontano parente di quello dello scorso campionato: chiuso il caso estivo il 10 deve tornare leader in campo

Non ci sono dubbi sul fatto che, insieme a Gleison Bremer, Sasa Lukic sia stato il miglior giocatore del Torino nella scorsa stagione. Giornata dopo giornata era cresciuto sempre di più diventando un elemento imprescindibile per Ivan Juric, un titolatissimo a cui affiancare di volta in volta i vari Tommaso Pobega, Rolando Mandragora e nella seconda parte di stagione Samuele Ricci. Le aspettative sul numero 10 erano, inevitabilmente, tante anche in questo inizio di stagione, in cui avrebbe dovuto ereditare la fascia da capitano lasciate vacante da Andrea Belotti. I motivi che hanno invece portato la fascia sul braccio di Ricardo Rodriguez li conosciamo bene, ciò che resta invece da capire è il perché finora non si sia ancora visto in campo il Lukic della scorsa stagione.

Lukic, inizio sottotono

Fuori dai titolari nelle prime tre partite, il centrocampista serbo lo abbiamo rivisto dal primo minuto contro l’Atalanta, partita nella quale non ha però brillato. E qualche giorno dopo non ha incantato neppure contro il Lecce. Meglio ha fatto contro l’Inter, dove è stato autore anche di un provvidenziale salvataggio in fase difensiva ma neanche a San Siro, nonostante si sia meritato la sufficienza in pagella, abbiamo visto quel giocatore straripante degli scorsi mesi, capace di dettare i tempi, recuperare palloni e proporsi in avanti con continuità.

Torino: le differenze con l’anno scorso

Ci sono due fattori che vanno però tenuti in considerazione per comprendere il calo di rendimento di Lukic: il primo riguarda il calendario anomalo rispetto al solito, siamo appena a metà settembre e non tutti i calciatori hanno ancora trovato la migliore condizione, il secondo riguarda i compagni di reparto del numero 10. Giocare in un centrocampo a due con di fianco giocatori di peso come Pobega e Mandragora, capaci anche di mettere dei tamponi in caso di bisogno, non è lo stesso che giocare al fianco dei più leggeri Linetty e Ilkhan, nonostante l’ottimo inizio di stagione del polacco e la promettente partita contro il Lecce del turco: ora il numero 10 è chiamato ad avere maggiore prudenza in certe fasi della partita ma da lui è ugualmente lecito aspettarsi un salto di qualità. Non è più il capitano del Torino ma deve dimostrare di essere ancora un leader in mezzo al campo di questa squadra.

Sasa Lukic
Sasa Lukic
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 15-09-2022


19 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
T9
T9
4 mesi fa

Ma chi l’ha detto? Ogni mattina, un incompetente zerotreino, si alza e si inventa una nuova narrazione. Non importa se sia vera o presunta e, se presunta, non importa se ci siano dei dati a supporto della tesi. Lui la lancia, gli zerotreini meno dotati (e nel forum ne abbiamo… Leggi il resto »

T9
T9
4 mesi fa
Reply to  T9

P.S. In tutto ciò Toro.it non è neppure innocente in quanto ci marcia alla grande stimolando la contrapposizione con articoli ad hoc.

Fateci pagare un abbonamento così eliminiamo i multinick ed avete più risorse per fare al meglio il vostro lavoro.

torofab
torofab
4 mesi fa

Se ha una leggera flessione nel rendimento ecco che torna ad essere un brocco. Ma non scherziamo nemmeno, per me contro l’inter ha fatto una partita più che buona, poi finitela con sta storia dei passaggi…non ha nelle corde il lancio lungo da 60 metri che con il calcio veloce… Leggi il resto »

Kapricorn73
Kapricorn73
4 mesi fa

Sarà che alla fine … non gli hanno ancora rinnovato il contratto !!!???

Seck, una montagna da scalare: la trequarti sta per ritrovare anche Miranchuk

Sei partite, zero presenze: Bayeye è ancora a caccia di una chance in Serie A