Con Nkoulou ai box sarà Lyanco a partire titolare contro il Milan: può essere l’yultima chance per giocarsi la riconferma

Prima i problemi fisici, poi le gerarchie rovesciate da Nicola: per Lyanco la stagione che si sta avviando alla fine è stata un’altalena con più bassi che alti tanto da far pensare molti ad un probabile addio a fine campionato. Prima di pensare al mercato, però, il brasiliano avrà per le mani ancora un’occasione d’oro: quella contro il Milan. Con Nkoulou ai box per squalifica, infatti, nel match del Grande Torino contro i rossoneri sarà proprio Lyanco, con tutta probabilità, a ritrovare una maglia da titolare. O almeno è lecito pensarlo dopo che proprio il difensore ha preso il posto del camerunense uscito anzitempo contro il Verona per un problema alla caviglia. Un problema che potrebbe anche rischiare di tenere fuori Nkoulou ben oltre la squalifica. Ma questo sarà ovviamente da stabilire: quello che è certo è che contro il Milan non ci sarà come potrebbe non essere ancora presente nemmeno Izzo. Contingenze che vanno sempre più a favore di Lyanco.

Lyanco un tempo per ritrovare il ritmo partita

Contro il Verona, il suo ingresso in campo non ha di certo portato brillantezza alla retroguardia granata. Qualche rischio di troppo, il brasiliano, l’ha di fatto corso e anche la precisione non è stata proprio impeccabile. Tuttavia, dalla sua parte qualche attenuante la si può anche trovare. A partire dalla difficoltà di subentrare a partita in corso, in una gara in cui la formazione granata si giocava un pezzo non piccolo di salvezza e dopo ben 6 turni lontano dal campo (2 per infortunio). Ha fatto il suo, Lyanco, non senza sbavature ma ritrovare il campo era fondamentale per rimettere nelle gambe quel ritmo partita che mancava da tempo e che servirà contro il Milan per potersi giocare fino in fondo le proprie chance.

Futuro in bilico: bisogna convincere Nicola

Soprattutto considerando che quella contro i rossoneri potrebbe essere l’ultima o, quanto meno, la più utile per non rischiare di finire davvero ai margini della rosa di Nicola. Con un Bremer in grandissimo spolvero ormai da mesi e un Buongiorno capace di scavalcarlo nelle gerarchie del tecnico (ne abbiamo parlato qui) fallire la chance offerta dall’assenza di Nkoulou sarebbe come gettare alle ortiche le già poche speranze di riconferma. E non sono tanto le sole 24 presenze stagionali a preoccupare, soprattutto se si considera che in molti casi l’assenza è dovuta a problemi fisici. A far sorgere più di un dubbio sono le sole 7 presenze ottenute dopo l’arrivo di Nicola sulla panchina granata. Un’indicazione chiara soprattutto se si ipotizza la riconferma del tecnico: se vuole restare in granata quello da convincere sarà soprattutto Nicola e per farlo servirà molto di più del Lyanco visto contro il Verona.

Lyanco
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 11-05-2021


10 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ardi06
ardi06
4 mesi fa

Per me questo è pure capace di sbagliare apposta, perché ad esempio non è titolare o chissà cos’altro. Non mi fido, non ha mai amato questa maglia nonostante per anni oltre lo stipendio gli siano state pagate le cure mediche, ma non mi sembra troppo grato

tattolo2001
tattolo2001
4 mesi fa

No. Nessuna chance. Per me ha già esaurito tutte le chance avute. Da cedere anche a 1 euro ma da cedere.

Troposfera Granata
Troposfera Granata
4 mesi fa

Lyultima di Lyanco, forse è per assonanza.

Vojvoda a Superga, il terzino onora il Grande Torino

Serie A, il calendario della lotta salvezza: il Benevento rischia con l’Atalanta, Spezia in casa della Samp