A Crotone vanno in gol sia Mandragora che Sanabria, di Bonazzoli e Gojak i pali che avrebbero potuto cambiare la partita

Il primo gol con la maglia del Torino Antonio Sanabria potrebbe averlo immaginato così come effettivamente è stato, almeno da un punto di vista tecnico. Probabilmente, però, avrebbe preferito realizzare una rete meno spettacolare ma più pesante per il risultato finale e la classifica. Un discorso simile vale per Rolando Mandragora, che a fine primo tempo ha avuto il merito di far andare le squadre al riposo su un punteggio di parità. I due acquisti di gennaio, voluti da Davide Nicola, hanno risposto presente nel giorno della prima sconfitta del tecnico sulla panchina granata.

Torino: Sanabria e Mandragora le note positive

I gol di Mandragora e Sanabria sono due delle (poche) note liete della partita del Torino allo Scida, in particolare quello del calciatore paraguaiano. E’ noto che per gli attaccanti il gol è una sorta di Graal da inseguire e cercare di domenica in domenica, l’averlo trovato all’esordio non può che dargli fiducia e entusiasmo per questa sua avventura in granata. Avventura che non è certo iniziata nel migliore dei modi: prima la positività al Covid poi lo stop imposto dall’Asl e le due partite non rinviate contro Sassuolo e Lazio.

Torino, i pali di Bonazzoli e Gojak sono un simbolo

Se a Crotone i gol sono arrivati dai due acquisti del mercato invernale, i due pali sono stati colpito da altrettanti acquisti del mercato estivo: il primo da Federico Bonazzoli, il secondo di Amer Gojak. Se le loro conclusioni fossero entrate ora ci troveremo probabilmente a commentare una partita differente e, forse, Nicola sarebbe riuscito a rimandare l’appuntamento con la prima sconfitta da allenatore del Torino. Quei due legni colpiti, che avrebbero potuto cambiare l’esito della partita, sono quasi un simbolo e rappresentano meglio di molte parole il senso di incompiutezza lasciato dalla squadra costruita in estate. Sarebbe bastato poco di più per migliorare, così come sarebbe bastato che quei palloni fossero terminati un paio di centimetri più in basso per far terminare con un risultato diverso la partita di Crotone.

Rolando Mandragora
Rolando Mandragora
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 08-03-2021


4 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
odix77
odix77 (@odix77)
8 mesi fa

una partita giocata male e nata anche storta.. l’abbiamo giocata malissimo almeno nel primo tempo , nessun episodio ci è girato a favore … il risultato è tutto qui….

davidone5
davidone5 (@davidone5)
8 mesi fa

Stiamo pagando un mercato completamente sbagliato che è stato fatto in estate, abbiamo preso giocatori mediocri e non adatti, anzi contrari, al gioco di Giampaolo, abbiamo un centrocampo senza un regista (Mandragora non lo è comunque) lento e poco tecnico, abbiamo giocato per 6 mesi con dei derelitti come zaza… Leggi il resto »

madde71
madde71 (@madde71)
8 mesi fa
Reply to  davidone5

certo che se i tuoi modelli sono il guru,maran,donadoni e giampi,soma bin ciapa’

davidone5
davidone5 (@davidone5)
8 mesi fa
Reply to  madde71

Il mio modello parte sempre dalla competenza e dalla programmazione, quelli che tu hai nominato a me piacciono perchè sono bravi allenatori (ventura è inoltre anche un conoscitore e programmatore), è ovvio e sottolineo ovvio che quando si programma una squadra lo si fa in 3 e cioè allenatore, ds… Leggi il resto »

Cairo se la prende con arbitro e Var: “Tre episodi contro di noi”

Torino, a Crotone bocciata la difesa B