Il Torino potrà riscattare il cartellino di Mandragora nel 2022 a 9 milioni (più 1 di bonus) ma il suo valore adesso è già superiore.

Un centrocampista come Rolando Mandragora al Torino lo si aspettava da molto tempo. Ha importanti qualità tecniche, personalità, sa dirigere il gioco e sa anche far gol. Sono già tre le reti messe a segno da quando veste la maglia granata e l’ultima, quella del pareggio realizzata a Bologna, è stata una vera e propria perla: un destro di prima intenzione dal limite dell’area che si è infilato con grande potenza sotto l’incrocio dei pali alla destra di Skorupski.

Calciomercato Torino: Mandragora può essere riscattato a 9 milioni, ma a una condizione

A gennaio il Torino ha acquistato Mandragora dalla Juventus con una formula del prestito biennale con obbligo di riscatto fissato a 9 milioni di euro (più 1 di bonus), pagabili in quattro esercizi, a patto che la società granata riesca a ottenere determinati obiettivi: primo fra tutti non retrocedere in serie B. In caso contrario l’obbligo si tramuterebbe in un diritto di riscatto e la cifra per l’acquisizione del cartellino salirebbe a 14 milioni di euro. Considerando il rendimento avuto dal numero 38 in questi mesi e guardando con ottimismo al futuro del Torino, immaginandolo quindi in serie A anche nelle prossime stagioni, quello di Mandragora si può definire già un buon affare. Basti pensare che il valore del cartellino del giocatore è ora già lievitato a cifre superiori anche quei 14 milioni di euro.

Nicola su Mandragora: “Può ancora migliorare”

Stando a quanto dichiarato da Davide Nicola in conferenza stampa, proprio alla vigilia della partita contro il Bologna, Mandragora è un giocatore con ancora ampi margini di miglioramento. Il tecnico granata lo conosce bene: è stato proprio Nicola, che lo aveva già allenato al Crotone e all’Udinese, a volerlo come rinforzo per il suo Torino (al pari di Antonio Sanabria) e se sostiene che il regista napoletano possa crescere ancora di più c’è da fidarsi.

Rolando Mandragora
Rolando Mandragora
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 22-04-2021


27 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
giogranata
giogranata
6 mesi fa

Mandragora è quello che serviva alla mediana granata. Ricorda il Baselli dei giorni belli.
Non sapevo della formula con la quale la società aveva avuto il calciatore. Tuttavia, bisognerà rimanere, assolutamente, in serie A quest’anno.
Mi auguro di averlo nel Toro che affronterà la massima serie del 2021/22.

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
6 mesi fa

Premessa tecnica: Ma ndragora per me è un buon giocatore, anzi più che buono lì in mezzo. Non un fuoriclasse e tanto meno un regista come lo si pensa di solito. Ma è uno di quei giocatori che a fine campionato ti sei goduto per rendimento costante e soprattutto alto.… Leggi il resto »

Pedric
Pedric
6 mesi fa

La cairese costruita da Lancillotto con il consenso del maestro, l’unico bipede al mondo capace di vedere Rincon regista, era come un auto con 8 specchietti retrovisori e 2 sole ruote.

Pedric
Pedric
6 mesi fa
Reply to  Pedric

Con Mandrake e Sanabria adesso ci sono 4 ruote e la macchina infatti va avanti. Vedremo poi fino a dove. Nello specifico il primo per ora sta facendo bene, ma le probabilità di far peggio di un Rincon fuori ruolo erano oggettivamente scarse.

Pedric
Pedric
6 mesi fa
Reply to  Pedric

All’inizio dell’anno mi pare che l’eroe del centrocampo fosse Lukic, mentre adesso sembra non lo consideri più nessuno. Vedremo … Mancano ancora 7 fantastiche partite.

Rodriguez, occasione sprecata: giocando così non può convincere Nicola

Toro, finalmente Sirigu è pronto a tornare: c’è il Napoli nel mirino