Errori e palle perse: Meité delude ancora. Ora la sosta per cambiare marcia

di Francesco Vittonetto - 19 Marzo 2019

Poco nel vivo del gioco, disattento sul rigore regalato al Bologna: Meité non è più ai livelli di inizio stagione nel Torino. Ora Mazzarri riflette

L’uscita tra i fischi del “Grande Torino”, poi la difesa a spada tratta di Mazzarri negli spogliatoi: “Se Meité ha sbagliato partita, allora vuol dire che ho sbagliato io a farlo giocare”. Autocritica salva-gruppo di WM, ma l’evidenza dei fatti è tutta nei settantasette minuti del francese nella sfida contro il Bologna: poco nel vivo del gioco – 29 palloni giocati, Rincon (suo compagno di reparto) è arrivato invece a 47 -, tante palle perse (solo Zaza ha fatto peggio nei granata) e soprattutto un errore pesante, quel braccio lasciato largo nell’azione d’angolo che, su suggerimento del VAR, ha portato Mariani a concedere il calcio di rigore ai felsinei. Quadro che non ha lasciato spazio a diverse interpretazioni. E che ha condotto Meité a chiudere tra i fischi una prestazione sottotono.

Il Meité-Hamsik fin qui non convince

Non la prima, a dir la verità, di un girone di ritorno ben al di sotto delle grandi aspettative createsi dopo i primi mesi sotto la Mole. La squalifica contro Roma e Inter, poi le panchine contro Spal, Udinese e Napoli. Giusto il ritorno da titolare contro l’Atalanta aveva convinto, nelle successive due (Chievo e, soprattutto, Frosinone) Meité è andato calando. Fino alla serata no di sabato.

Mazzarri, però, su di lui sta puntando forte. Se non altro a livello tattico. Proprio il rientro contro la Dea aveva segnato una piccola trasformazione: è lui, ora, l’uomo deputato a far da collante tra mediana e attacco. L’Hamsik granata, per usare un paragone dello stesso allenatore granata: “Quando arrivai qua mi sembrava Baselli il più simile a Hamsik, ora magari direi Meité anche se ha caratteristiche diverse”.

Mazzarri, la sosta per dare la svolta a Meité

Un po’ più alto rispetto a Baselli e Rincon, leggermente decentrato a sinistra: questo il nuovo abito ritagliato da WM per il suo 23. Che però contro il Bologna, dopo il fendente dalla distanza respinto da Skorupski (minuto 4), è sparito dai radar. Almeno fino al fattaccio in area di rigore che ha messo in salita la gara del Toro.

La sosta arriva benefica. Meité sarà completamente a disposizione di Mazzarri, in queste due settimane senza campionato. Al Filadelfia correrà e studierà un po’ più degli altri, con l’obiettivo di rimettersi in carreggiata e tornare ai livelli migliori.

più nuovi più vecchi
Notificami
paolo 67 (tabela)
Utente
paolo 67 (tabela)

É che bastano 4/ 5 partite giocate bene per credere d’ aver scoperto un fenomeno, Meite poi di partite buone ne ha fatte una quindicina……..
Per me ha fatto anche troppo quest’ anno considerando che è un giovane straniero esordiente in serie A e ci sta che abbia un calo.

Trapano
Utente
Trapano

Altro giocatore che non si capisce, per ora ne carne e pesce ..mah

Marco
Utente
Marco

Allora è frutta..ma vaff anche te 😂😂

Trapano
Utente
Trapano

Ravioli no di sicuro 😂😂

Vanni(CAIROVATTENE)
Utente
Vanni(CAIROVATTENE)

Che strano, i ragionieri lo d
davano gia sui 20 milioni e conteso tra Roma e Inter. Sarà per il seguente pacco del gommonsuta da Oscar.

Patsala58
Utente
Patsala58

20 milioni solo???? Almeno 40, dico io…. Se no falliamo e buonanotte…

Pedric
Utente
Pedric

Io sono il commercialista e per me ne vale ancora 30

Patsala58
Utente
Patsala58

Tu sei il commercialista licenziato oggi per scarso rendimento…. A 40 si tratta, FORSE….. ahahahahahahahahahah