Milinkovic-Savic ha rilasciato un’intervista a Torino Channel: “Tutti gli allenatori in futuro vorranno portieri bravi con i piedi”

Vanja Milinkovic-Savic è stato uno dei protagonisti della vittoria del Torino ieri a Udine, successo che è giunto grazie anche alla sua splendida parata su Beto al 95′. Il portiere si è ora raccontato in una lunga intervista rilasciata a Torino Channel, tv ufficiale della società granata, in cui si è raccontato a 360°. “Io e mio fratello Sergej siamo nati in Spagna, mio padre era un calciatore e giocava lì, per quello abbiamo il doppio cognome: in Spagna i bambini prendono sia il cognome del padre che quello della madre. Ho girato parecchio l’Europa da bambino, ora parlo cinque lingue: serbo, italiano, spagnolo, inglese, tedesco e capisco il francese”.

Milinkovic-Savic: “Amo Torino come città”

Milinkovic-Savic ha poi parlato del rapporto con il fratello Sergej, a cui è molto legato: “Torino la amo come città, è bella e tranquilla. Quando ho ricevuto l’offerta del Toro, dopo aver parlato con il mio procuratore, ho subito chiamato mio fratello che era alla Lazio, Sergej mi ha detto che in Italia si viveva bene, le città erano belle e il calcio era uno dei migliori d’Europa, per cui ho subito accettato. Il rapporto con mio fratello? In tanti mi dicono che è bello vedere il rapporto che abbiamo, ma per me è normale che ci sia così tra fratello. Però quando ci troviamo contro in campo farei di tutto per vincere. Abbiamo giocato insieme nelle nazionali giovanili e ora con la Serbia”.

Ma anche con il resto della famiglia il rapporto è ottimo: “Anche con i miei genitori ho un rapporto bellissimo, quando ho tempo vado sempre in Serbia. Mio papà era un calciatore, mia mamma una giocatrice di basket e anche mia sorella giocava a basket: in casa nostra c’erano palloni ovunque. Quando ci mettiamo a tavola a mangiare si parla tanto di sport. Però per mia mamma la scuola era sempre la cosa più importante, anche quando avevo firmato per il Manchester United a 17 anni la prima cosa era la scuola. Lei poi è bravissima in cucina, è la numero uno ma non lo dico perché è mia madre, anche tutti i miei amici e i miei compagni che hanno mangiato a casa mia lo dicono”.

Lo sport è la grande passione di Vanja: “Sinceramente sono bravo in tutti gli sport, ho scelto di giocare a calcio ma potevo scegliere anche il basket. Prima facevo l’attaccante ma non ho mai amato correre e per quello ho cambiato ruolo, però mi piacerebbe giocare una partita fuori, lontano dalla porta. Se fossi rimasto a fare l’attaccante oggi sarei il nuovo Ibrahimovic. Lui è il mio idolo da quando sono bambino. Se non fossi diventato un calciatore sarei diventato un avvocato, sin da bambino mi sarebbe piaciuto”.

Per i portieri sapere giocare con i piedi sta diventando molto importante: “Nel calcio è diventato normale che un portiere sia bravo a giocare con i piedi, è un qualcosa che in futuro cercheranno tutti gli allenatori. I prestiti degli scorsi anni? Anche se non mi hanno dato tanto dal punto di vista calcistica, i prestiti ad Ascoli, alla Spal e alla Standard Liegi mi hanno fatto crescere tanto come me”:

Milinkovic-Savic: “Quando una partita va male resto arrabbiato 2 o 3 giorni”

Milinkovic-Savic ha parlato anche “Se una partita non va bene resto arrabbiato per due o tre giorni, poi però mi concentro sulla prossima. In campo devi essere serio e concentrato ma devi divertirti su quello che fa, anche quando stai per svenire in campo, perché con il nostro mister si lavora davvero tanto, devi cercare di divertirti su quello che fai. Se nello spogliatoio cantiamo e ascoltiamo musica? Sì, la ascoltiamo, ma è meglio che nessuno canti… (scherza, ndr)”

Il portiere del Torino ha poi parlato di se stesso: “Il mio carattere? A volte dicono che sembro presuntuoso perché non sono uno che da subito confidenza, che fa capire che siamo subito amici, ci vuole tempo per me ma non sono presuntuoso o snob. Se è vero che sono generoso? In una squadra bisogna esserci sempre l’uno per l’altro”.

Oltre allo sport l’altra grande passione di Milinkovic-Savic sono gli animali: “Gli animali mi piacciono molto, ho sempre avuto cani ma anche gatti. Mi piacerebbe fare un mini zoo a casa mia, con pappagalli, iguana e altri”.

Vanja Milinkovic-Savic
Vanja Milinkovic-Savic
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 24-10-2022


30 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ardi06
ardi06
1 mese fa

Secondo me sarebbe potuto diventare davvero un bravo attaccante

James71
James71
1 mese fa

Vista tutta (in formato video) sul sito del Toro e apprezzata (proprio come la parata al 95’… in questo momento mi sto proprio gustando la replica su Sky, ma siamo ancora nel 1°tempo…) PS Quanto al redivivo commentatore qui è già tanto che dopo aver fatto il solito pronostico non… Leggi il resto »

mavafancairo
mavafancairo
1 mese fa
Reply to  James71

sempre in campionato, nessuno ha perso 21 partite contro i gobbi negli ultimi 17 anni prendendo gol per 25 partite consecutive

Troposfera Granata
Troposfera Granata
1 mese fa

FORZA VANJA !!!

Toro, finalmente il gol di un esterno: Aina si sblocca dopo tre anni e mezzo

Pellegri non vuole più uscire: i gol per chiudere il mercato a gennaio