Toro, gli infortuni lanciano Millico: può sperare nell’esordio in Europa

di Francesco Vittonetto - 31 Luglio 2019

Senza Falque e Lukic, Mazzarri ha poche alternative in attacco: Millico può ritagliarsi uno spazio in Europa League nel corso di Debrecen-Torino

C’è Mazzarri, che si scervella per dare al suo Torino una forma adeguata a sostenere l’impegno europeo contro il Debrecen, in Ungheria. E poi c’è Vincenzo Millico, che al contrario di Falque, Lukic e Lyanco partirà con i compagni a caccia di un’occasione. Pensieri e ambizioni potrebbero anche incrociarsi. Magari non dal primo minuto, ma le possibilità che alla fine l’ex Primavera esordisca in Europa League non sono così risicate. Per lui, classe 2000, sarebbe l’inizio di stagione perfetto, dopo aver chiuso un annata da record e aver riaperto a Bormio, con WM, la sua avventura in granata.

Millico, a Debrecen possibile esordio in Europa League

Ad Alessandria, il baby bomber da 29 gol in altrettante presenze è rimasto in panchina al fianco del “gemello” Rauti, con il quale ha condiviso due anni agli ordini di Coppitelli. Al “Nagyerdei Stadion”, invece, il prato potrebbe calcarlo scarpini ai piedi e (nuovo) numero 22 bene in vista.

“Millico si fa trovare pronto, sta crescendo”, rilevava il tecnico granata al termine del ritiro di Bormio. L’ala torinese ha qualità insindacabili, che necessitano solo di essere sgrezzate, in modo da metterle più proficuamente a servizio del gruppo.

Torino, le alternative di Mazzarri in attacco

E in più ci sono le esperienze da accumulare. Una di queste potrebbe giungere già nella ripresa di Debrecen. D’altronde, facendo la conta delle alternative, Mazzarri non ha a disposizione una scelta vasta: fuori l’esterno destro titolare – Falque -, fuori anche Lukic, che tra ritiro e andata aveva dimostrato di potersi ritagliare un posto sulla trequarti a supporto delle punte.

Con Zaza e Belotti potrebbe esserci inizialmente Berenguer, ma poi – specie qualora l’andamento della gara lo consentisse -, dalla panchina potrebbero iniziare a ragionare sulle rotazioni. Millico scalpita: il profumo d’Europa non è mai stato così intenso.

più nuovi più vecchi
Notificami
TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!
Utente
TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!

Credo che ci siano buone probabilità di un suo esordio. ovviamente se il risultato ètranquilo. all’iizio, Mazzarr darà giustamente fiducia a chi finora se l’è ampiamente meritata. tra questi ultimi non metto zaza perchè finora lui con il Toro è in debito. se giocherà, sarà solo per tentare direcuperare il… Leggi il resto »

vecchiamaniera
Utente
vecchiamaniera

Vorrei fosse vero,sopratutto x capire se può giocare a certi livelli.Forse se faremo 3 gol nel 1°tempo Mazzarri rischierà Millico x 1 tempo,..Forse..

Forza Toro
Utente
Forza Toro

Ok, ma il problema è che sono out le due punte mancine, Iago e Edera. Millico è destro come Berenguer. Verdi ambidestro, se arriva giocherà a destra all’inizio, in attesa di Iago, immagino