Dal suo arrivo ha sempre cambiato la difesa: Nicola inizia come Giampaolo ma contro il Genoa potrebbe scegliere i suoi titolari

Da quando è approdato sulla panchina del Toro, Nicola di modifiche ne ha apportate tante. Soprattutto nella testa dei giocatori che fin ora sembrano rispondere bene non tanto agli aspetti tecnici, rimasti per la verità quasi invariati rispetto al recente passato, quanto soprattutto agli incoraggiamenti e alla grinta che il tecnico sembra riuscire ad infondere alla squadra. Il piglio diverso in campo si è visto e il fatto di non aver più perso, nemmeno in sfide in cui lo svantaggio sembrava insormontabile come contro l’Atalanta, è certamente un piccolo ma significante passo in avanti. Una cosa, al contrario, è rimasta la stessa: la tendenza, già vista in Giampaolo, a cambiare la difesa praticamente ogni partita.

Nicola, contro il Genoa può trovare la difesa titolare

Da Bremer a Lyanco, passando per Nkoulou e Buongiorno la difesa è sempre cambiata ogni volta che Nicola ha dovuto scegliere l’11 titolare. Un modo per conoscere i giocatori, senza dubbio, per rendersi conto del materiale a disposizione ma anche per coinvolgere tutti nel raggiungimento dell’obiettivo finale. Servirà l’aiuto di tutti, aveva dichiarato al suo arrivo sotto la Mole e il campo lo sta dimostrando. Tuttavia, contro il Genoa il tecnico del Toro potrebbe avere le prime risposte che dovrebbero condurlo a dare una certa stabilità ad un reparto che troppo spesso rivisitato.

E di certo i segnali avuti contro l’Atalanta un’indicazione in questo senso l’hanno data, almeno dopo l’iniziale vuoto che ha portato al 3-0 atalantino. Riaccesa la luce, la difesa ha poi risposto bene, soprattutto nella ripresa: Izzo ha dato l’ennesima conferma di essersi ritrovato propiziando anche le rete del 3-2, Nkoulou ha rivisto il campo dopo oltre due mesi e lo ha fatto al meglio e Bremer si fa perdonare per i minuti iniziali da incubo con la rete che riapre i giochi.

Izzo una certezza, Nkoulou torna protagonista

Un risultato che si inserisce sulla linea di quel “tutti utili, nessuno escluso” che sembra essere il mantra di Nicola, indipendentemente da quelle che posso essere le eventuali questioni extracampo. Tanto che Izzo da escluso di inizio stagione si è preso prepotentemente il ruolo da protagonista prima con Giampaolo e poi anche con Nicola che lo ha tenuto fuori dai giochi solo contro la Fiorentina. E non certo per una questione tecnico-tattica visto il trauma cranico procuratosi la settimana precedente.

Per non parlare poi di Nkoulou che tra gli esclusi di Giampaolo era di certo il nome principale. Ora anche lui ha ritrovato spirito e opportunità da giocarsi, indipendentemente da un rinnovo di contratto che sembra praticamente impossibile. Un ritorno che dovrà dire molto anche su quello che potrà essere il destino di Lyanco, soprattutto se il tecnico dovesse confermare Bremer insieme al camerunense e ad Armando Izzo. Insomma, Nicola ha cominciato sul solco tracciato da Giampaolo, per quanto riguarda la difesa, ma dal match contro il Genoa il Toro potrebbe ritrovarsi, finalmente, con una difesa titolare.

Nicolas Nkoulou
Nicolas NKoulou
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 11-02-2021


3 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
flofloo
flofloo
1 anno fa

premesso che Nicola ha la mia fiducia e che ogni sua scelta è la migliore , esprimo il mio parere: non esiste una difesa titolare con 6 giocatori che grosso modo si equivalgono, ma una difesa adatta per l’avversario di turno. Per me Izzo fisso sempre a dx, Buongiorno al… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
1 anno fa

Nella vita vi sono delle priorità. E il giocatore e la sua resa per me vengono dopo altri valori. Come nel lavoro: quando assumo o quando “classifica” i dipendenti, il rendimento è solo uno dei parametri. Guardo prima di tutto la persona. L’uomo. O la donna. Per questo motivo nkulu… Leggi il resto »

Peterpann
Peterpann
1 anno fa

e speriamo che se lo prenda qualche altra squadra n’kulu… che da noi ha fatto abbastanza danni, in campo e nello spogliatoio.

Bonazzoli insidia Zaza: vuole esserci nel “suo” derby

I numeri di Torino e Genoa, occhio al secondo tempo: potrebbe valere una vittoria