Nicola, il gol al Mantova e la panchina avvicinata: l'ex di Torino-Genoa

Nicola: il gol al Mantova, la panchina avvicinata. Con il Toro ha un legame profondo

di Francesco Vittonetto - 16 Luglio 2020

Davide Nicola, ora allenatore del Genoa che sfiderà il Torino per la salvezza, ha un passato remoto e recente legato ai granata

“Colpo di testa di Nicola: 3-0!”. Rivediamo con le parole gli attimi salienti per tornare all’atmosfera di quel Torino-Mantova. Spalti gremiti al Delle Alpi, il Toro si giocava la promozione. E l’allenatore che domani sfiderà i granata per regalare la salvezza al Genoa segnò il gol decisivo, di testa, sugli sviluppi di angolo. La rete che portò la prima squadra messa assieme da Cairo in quella Serie A ora da difendere a tutti i costi. Davide da Luserna San Giovanni, professione tecnico del Grifone, ha un passato legato a doppio filo al Toro. Passò sotto la Mole una sola stagione, ma tanto bastò per fargli guadagnare l’affetto dei tifosi.

Nicola e quel legame col Torino

Gli stessi, o quasi, che lo accolsero nel giugno 2017 al Filadelfia. Lo stadio, rinato, fu una delle tappe finali del giro d’Italia che Nicola percorse per festeggiare la salvezza appena guadagnata con il Crotone. Un bagno di folla.

Di lì in poi gli avvicinamenti tra il mister e la panchina granata sono stati appena sfiorati. Anche se qualcosa in più è avvenuto nei mesi freddi di questa stagione. Mazzarri aveva perso la bussola, Cairo si stava guardando intorno. C’era Gattuso – poi accasatosi al Napoli -, c’era proprio Nicola, allora svincolato: un elenco ben assortito. Nel quale, poi, ha preso piede Moreno Longo, diventato effettivo successore di WM.

Nicola, allora, al “Grande Torino” sbarcherà da avversario. Con il coltello tra i denti, ha assicurato, per giocarsi la salvezza.

Nicola
Davide Nicola, head coach of Udinese Calcio, gestures during the Serie A football match between Torino FC and Udinese FC.