Dopo le buone prestazioni contro Trapani e Bologna, N’Koulou si è ripetuto con il Sassuolo risultando tra i migliori in campo

La principale critica mossa nella scorsa stagione al ds Petrachi e al presidente Cairo era quella di non aver rinforzato adeguatamente la difesa del Torino, in particolare dopo l’inaspettata fuga di Maksimovic. Nel mercato di gennaio si è invece preferito scommettere su un difensore di trentuno, senza alcuna esperienza in carriera in un campionato di prima fascia come quello italiano, come Carlao, piuttosto che investire su un giocatore di maggiore qualità. Una scommessa persa che ha avuto come conseguenza un rendimento al di sotto delle aspettativa del reparto arretrato per tutta la stagione. In questa sessione di mercato la difesa è stata invece rivoluzionata: dei cinque centrali presenti in squadra lo scorso anno è rimasto il solo Moretti (e anche con il Sassuolo ha dimostrato di essere un elemento più che prezioso per la squadra granata), i vari Carlao, Ajeti, Castan e Rossettini sono tutti stati ceduti. Al loro posto (in attesa di un nuovo innesto) sono arrivati Bonifazi, Lyanco e N’Koulou. Vedendo giocare il camerunense in queste prime uscite stagionali viene naturale pensare che sia proprio il giocatore di cui Mihajlovic aveva bisogno anche nella scorsa stagione.

Nicolas N’Kolou è la più bella sorpresa in casa Torino di questo inizio di stagione: veste la maglia granata da meno di un mese ma in campo sembra già un veterano. La sua presenza sul rettangolo verde si nota: parla con i compagni, non lascia spazi agli avversari, è bravo nello scegliere il tempo giusto per l’intervento e ha personalità da vendere; il sombrero con cui ha dato il via all’azione che ha portato allo splendido gol di Belotti contro il Sassuolo ne è la dimostrazione più lampante. “Sento la fiducia del mister e cerco di dimostrare in campo di meritarmela” ha dichiarato lo stesso N’Koulou dopo la partita con i neroverdi, finora il numero 33 granata è riuscito nel suo intento: contro il Trapani, all’esordio assoluto con il Torino aveva già stupito tutti per l’ottima prestazione giocata, con il Bologna si è confermato e con il Sassuolo è riuscito a migliorarsi ancora di più. Con questo N’Koulou Sirigu potrà passare giornate più serene di quelle trascorse da Hart lo scorso anno.


186 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
odix77
odix77
4 anni fa

ascrivo qui : vedi roberto è proprio questo commento che riporto che mette la parola fine alla discussione e che da l’idea dell’inconsistenza delle vostre frasi : “”Quanta cecità non miopia, non noti gli errori volontari di Cairo, ma quelli da quasi neofita di Miha!”” E ti rispondo cosi ti… Leggi il resto »

ale_maroon79
ale_maroon79
4 anni fa

Facciamo un po’ di sano understatement sabaudo….Nkoulou finora ha mostrato di essere un valido giocatore, ma il vero valore lo capiremo contro squadre un po’ meglio attrezzate delle ultime. Finora lo abbiamo visto contro una squadra di C (Trapani) e due di A non proprio irresistibili in attacco (Bologna e… Leggi il resto »

odix77
odix77
4 anni fa
Reply to  ale_maroon79

Io concordo al 100% .. avevo infatti scritto sulle pagelle : per ora bravo aspettando test più difficili …. mi sento però di difendere in una scala di buonsenso più chi dopo due giornate positive auspica il colpaccio piuttosto che chi ancora prima di vederlo in campo lo aveva già… Leggi il resto »

ale_maroon79
ale_maroon79
4 anni fa
Reply to  odix77

Sì, diciamo che Mihajlovic, pur con tutti i suoi difetti, ha comunque il pregio di essere uno che capisce “a pelle” il valore di un giocatore. Il fatto che l’abbia messo titolare praticamente da subito e’ sicuramente buon segno.

odix77
odix77
4 anni fa
Reply to  ale_maroon79

speriamo che valga anche per lyanco allora… visto che credo sia il titolare designato

CON IL TORO NEL CUORE
CON IL TORO NEL CUORE
4 anni fa

N’Koulou l avevo visto ,pensavo che era forte ….mi ero sbagliato. ….è fortissimo! !!

Edera, personalità e carattere: il nuovo esordio è “una serata indimenticabile”

Belotti l’arma contro la Spagna: tutti gli impegni dei nazionali granata