Parigini, la miglior stagione al Toro: tanta Nazionale ma troppi infortuni

di Veronica Guariso - 13 Giugno 2019

Il pagellone / La miglior stagione al Torino in Serie A per Parigini, contornata dall’Under 21 e la chiamata di Mancini, ma anche da troppi infortuni

Nonostante la poca continuità ed il minutaggio poco elevato, Vittorio Parigini può considerare la stagione terminata da poco come una di quelle più proficue. Il giovane, frutto del vivaio granata, che è riuscito a conquistarsi un posto dopo mille peripezie e cambiamenti, ha infatti convinto Mazzarri nel ritiro estivo, che ha scelto di portarlo con sè alla conquista dell’Europa League. Tra alti e bassi è riuscito comunque a rendersi autore di alcune buone prestazioni. Gli infortuni non l’hanno comunque aiutato, impedendogli di poter restare sempre a disposizione. Il vero talento è però emerso con la Nazionale Under 21, dove è diventato uno dei principali trascinatori. Purtroppo l’ultimo problema riscontrato gli ha impedito di prepararsi assieme agli Azzurrini di Di Biagio all’Europeo U-21.

Parigini, la sua stagione migliore con il Toro

Vittorio Parigini ha cominciato a giocare al Torino da piccolo, dove ha toccato le tappe delle Giovanili per poi approdare finalmente in prima squadra. Nonostante la concorrenza, è riuscito a ritagliarsi 18 presenze tra campionato e Coppa Italia, indossando la maglia da lui tanto ardita, che gli ha permesso di toccare con mano la realtà granata in Serie A.

Nella stagione da record del suo Toro, non è però riuscito ad andare a segno nonostante i tentativi, ma ha comunque potuto ampliare la propria esperienza sotto la guida di Mazzarri, da lui definito come un “padre calcistico”, che lo ha proposto in un nuovo ruolo e lo ha fatto restare. Gli infortuni non hanno aiutato, impedendogli di poter presenziare a sfide importanti come il derby di ritorno e facendogli quindi saltare la parte finale del campionato, dove avrebbe potuto avere qualche chance in più.

Parigini, in Nazionale un trascinatore

La Nazionale è una delle ambizioni principali di un atleta e lo sa bene Vittorio Parigini, da anni nel giro delle varie categorie degli Azzurri. Quest’anno ha aggiunto un tassello con la convocazione di Roberto Mancini per il secondo stage con la Nazionale maggiore. Purtroppo per lui, l’entusiasmo si è spento dopo poco con un infortunio che gli ha impedito di partecipare e quindi di essere supervisionato. Nonostante ciò, con l’Under 21 è riuscito comunque a trascinare i compagni in più occasioni, andando a segno contro l’Albania U-21, la Tunisia U-21 e la Germania U-21, e creando anche 2 assist.

La sfortuna sembra averlo però seguito anche con gli Azzurrini, che dovranno fare ameno di lui per l’Europeo, a causa di un problema culminato in un’operazione. Resta comunque uno dei più promettenti tra i giovani in Nazionale.

VOTO: 6

più nuovi più vecchi
Notificami
CiccioLuke10 #SFT #FVCG
Utente
CiccioLuke10 #SFT #FVCG

Spiace dirlo, a parer mio non è adatto per una squadra che vuol competere per l’Europa. Neanche in panchina. Gli auguro tanta fortuna, non penso la possa trovare al Toro. #SFT #FVCG

andrepinga
Utente
andrepinga

Purtroppo non e’ da A, perlomeno di alto livello. Per me puo’ tranquillamente andare

AT72
Utente
AT72

Ha tutto da dimostrare, ovunque andato non é stato titolare. Una squadra che ambisce alle prime posizioni non puó aspettarlo e sperare in lui.