Pecchia verso il capolinea: contro il Toro è vietato sbagliare - Toro.it

Pecchia verso il capolinea: contro il Toro è vietato sbagliare

di Giulia Abbate - 27 Settembre 2017

Due pareggi, due punti e penultimo posto in classifica per il Verona: Pecchia va verso l’esonero e si gioca il tutto per tutto contro il Torino

Sono passate appena 6 giornate dall’inizio del campionato ma la classifica comincia a destare le prime serissime preoccupazioni e soprattutto è sul punto di emettere i primi verdetti. Il campionato, certo, è lungo e di ribaltoni se ne possono presentare ancora molti ma per il Verona, e soprattutto per il tecnico Pecchia, quella contro il Torino sarà già una sfida da dentro o fuori. I gialloblu arrivano infatti da un periodaccio nero fatto di un gioco poco convincente, una difesa che fa acqua da tutte le parti e che ha già subito ben 14 reti e soprattutto un attacco che, nonostante la presenza di giocatori come Cerci e Pazzini, è riuscito a siglare una sola rete: il rigore trasformato dallo stesso Pazzini alla prima di campionato contro il Napoli. Un ruolino di marcia disastroso che costringe il Verona, a quota 2 soli punti, al penultimo posto in classifica appena sopra al Benevento. Il peggior attacco ma soprattutto la seconda peggior difesa del campionato. Risultati, quelli ottenuti nelle prime 6 giornate, che cominciano a far dubitare anche del tecnico Pecchia la cui panchina è pericolosamente traballante. Dopo la sconfitta contro la Lazio, che ha fatto sembrare la partita una passeggiata per i biancocelesti, infatti, sono cominciate a circolare voci di un possibile esonero del tecnico veronese, troppe per essere considerate soltanto voci, appunto.

Il match di domenica contro il Torino, dunque, rischia di risultare già come l’ultima spiaggia per Pecchia che, se vuole continuare l’esperienza sulla panchina dell’Hellas, dovrà sperare in un immediato cambio di rotta della sua formazione e di una vittoria che sembra tanto difficile quanto fondamentale. Non il miglior avversario, ad essere sinceri, da affrontare per giocarsi il tutto per tutto. Il Toro arriva con la necessità di dimenticare e far dimenticare immediatamente le 4 sberle subite nel derby e per i gialloblu non sarà impresa facile superare i granata al Grande Torino. Ma il risultato, se si vuole dare un minimo di continuità al progetto Pecchia è d’obbligo. Uscire dalla trasferta piemontese con dei punti in tasca permetterebbe infatti al tecnico di prolungare la sua permanenza in quel di Verona e, soprattutto, di arrivare alla pausa per le Nazionali. Lo stop gli permetterebbe di lavorare e sistemare i tanti problemi che affliggono l’Hellas per poi partire con un piglio del tutto diverso al rientro in campo. Il Verona e Pecchia, dunque, sono chiamati a giocarsi tutto contro il Toro di Mihajlovic ma, intanto, la società comincia a muoversi. Nonostante le ultime dichiarazioni post partita del tecnico, che afferma di sentire piena fiducia dal club, infatti, cominciano a circolare proprio in queste ore i nomi di quelli che, in caso di esonero potrebbero essere i potenziali sostituti. Da Edy Reya a Beppe Iachini, passando per Mimmo Di Carlo e la suggestione Oddo, i possibili candidati ad un posto sulla panchina del Verona sono molti. Il viaggio di Pecchia sembra essere giunto quasi alla fine, dunque: per evitare il capolinea domenica sarà vietato sbagliare.

più nuovi più vecchi
Notificami
ExIgneFaxArdetNova
Utente
ExIgneFaxArdetNova

Siamo specialisti nel far risuscitare i morti… Tocchiamo ferro!

Brauluis
Utente
Brauluis

Eddai che un punticino magari lo prendono…siamo famosi noi nel far risorgere i cadaveri!

CON IL TORO NEL CUORE
Utente
CON IL TORO NEL CUORE

Anche per noi è vietato sbagliare , anche perché dopo aver perso con la scusa che ….”sono troppo forti” sarà un po’ difficile mettere la scusa ….”sono troppo scarsi”……
Il Verona è ridicolo, costruito malissimo non voglio pensare nemmeno ad altro risultato della vittoria con scarto!!!!