Buoni spunti per Pellegri, per la prima volta preferito a Sanabria: c’è la stoffa, ora servono le reti anche in Serie A, dopo il gol di Coppa

Prima volta da titolare, dopo cinque partite di fila – Coppa compresa – in cui Sanabria è stato scelto per giocare dal 1′. Pietro Pellegri aveva già dato l’impressione di potersi ritagliare uno spazio da protagonista negli spezzoni in cui ha sostituito il compagno. Contro il Lecce non ha segnato (da segnalare però un gol annullato per fuorigioco) ma un paio di giocate da attaccante vero hanno strappato applausi e fatto giungere a una conclusione a cui molti in verità erano già arrivati da tempo. Cioè che più che Sanabria, che ha poco del bomber e poco pure del numero nove che ha sulle spalle, sia proprio il più giovane dei due a poter essere potenzialmente l’erede di Belotti. Nessun paragone, al momento è prematuro, però rimesso in sesto da Juric e dal suo staff, finalmente in una realtà in cui possa crescere senza pressione, Pellegri può trovare la vera svolta.

Pellegri, voluto fortemente da Juric

Esploso giovanissimo, Pellegri ha bruciato le tappe… pure troppo. Tanto che chi lo ha voluto al Toro e che lo aveva lanciato al Genoa ha saputo aspettarlo e poi sponsorizzato il suo riscatto. Pietro ha chi lo stima e chi può aspettarlo, e dopo i primi mesi di ambientamento ora sembra voler raccogliere i primi frutti. Le impressioni sono buone e il ballottaggio non è affatto dall’esito scontato.

Gia a partire dall’Inter, considerato che a San Siro sarà ancora duello a distanza col compagno per una maglia. Ad oggi è Sanabria il titolare ma quella col Lecce potrebbe essere stata la prima di tante gare in cui il paraguaiano darà il cambio al compagno e non viceversa.

Pietro Pellegri
Pietro Pellegri
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 07-09-2022


170 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ToroRiverforever
ToroRiverforever
22 giorni fa

È la prima volta che vedo un titolo decente, e che più o meno assomiglia alla realtà in 5 anni, ovviamente l’articolo non l’ho letto

mavafancairo
mavafancairo
22 giorni fa

la stoffa c’è, il telaio un po’ meno… quanto ad umiltà, molto poco paragonabile al Gallo

Scimmionelli
Scimmionelli
21 giorni fa
Reply to  mavafancairo

Se l’umilta’ fosse indispensabile per emergere nel calcio, gente come Balotelli e Cassano avrebbe passato l’eta’ dai 20 ai 30 anni a coltivare patate.

mavafancairo
mavafancairo
21 giorni fa
Reply to  Scimmionelli

hai proprio citato due che se fossero stati meno sbruffoni, avrebbero fatto carriere ben più importanti

tric
tric
22 giorni fa

Preferisco Pellegri a Sanabria. Ha un atteggiamento un po’ rivedibile, ma ha dei numeri. Non so se sboccerà come noi tifosi del Toro speriamo, ma è possibile. Non so cosa c’entri Commisso, ma personalmente ho per costui un’epidermica antipatia.

Vanja ha chiuso la porta: 0 gol subiti in 3 partite in casa. Non accadeva da Marchegiani

Torino, da Schuurs a Singo: il punto sull’infermeria