Marco Giampaolo percepisce uno stipendio di 1,5 milioni di euro a stagione e ha un contratto fino all’estate del 2022

Probabilmente, nonostante tutte le rassicurazione avute al momento della firma sul contratto, nemmeno lo stesso Marco Giampaolo avrebbe creduto di poter aver così tanto tempo a disposizione nonostante un avvio di stagione disastroso: appena 8 punti conquistati in 14 partite, Torino ultimo in classifica con la peggior difesa della serie A. Per il momento il tecnico è stato confermato e, salvo clamorosi colpi di scena (come avvenne con l’esonero improvviso di Sinisa Mihajlovic nel gennaio del 2018), alla ripresa del campionato sarà ancora seduto sulla panchina granata. Sulla decisione di Urbano Cairo di non cambiare l’allenatore potrebbe aver pesato, almeno in parte, anche l’alto stipendio che il tecnico abruzzese percepisce e che continuerebbe a percepire anche in caso di esonero.

Torino: lo stipendio di Giampaolo

Ricordiamo che Giampaolo ha firmato con il Torino un contratto di due anni, con opzione di rinnovo per il terzo anno, a 1,5 milioni di euro netti a stagione. I vari componenti dello staff dell’allenatore guadagnano in totale circa 1 milione all’anno. In pratica sono circa 5 i milioni che fino all’estate del 2022 Cairo dovrebbe comunque pagare di stupendi a tecnico e collaboratori, senza considerare le tasse varie. Cifre importanti soprattutto in un periodo come questo in cui anche i club di serie A risentono della crisi economica dovuta al Covid. In caso di esonero di Giampaolo, la società dovrebbe poi mettere sotto contratto e stipendiare un nuovo allenatore e nuovi componenti dello staff tecnico.

Mazzarri rescisse il contratto rinunciando a 500.000 euro

Quella dell’esonero dell’allenatore Cairo, a differenza della prima parte della sua presidenza, la considera realmente l’ultima spiaggia, la mossa finale da attuare quando non ce ne sono altre: basti pensare allo scorso anno, quando più volte confermò la fiducia in Walter salvo poi optare per il cambio quando non c’era alternativa. Neanche in quel caso fu però un vero esonero: fu il tecnico toscano a fare un passo indietro, dopo essersi reso conto che non c’era altra soluzione per il bene del Torino, rescindendo il contratto e rinunciando anche ai circa 500.000 euro che avrebbe dovuto percepire da febbraio al 30 giugno.

Marco Giampaolo
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 24-12-2020


54 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ardi06
ardi06
30 giorni fa

Il punto non è l’allenatore, ne abbiamo cambiati 16,3 nell’ultimo anno , il punto è che cairo non ha fatto nulla di quanto promesso, non abbiamo il Fila completo, non abbiamo il robaldo, non abbiamo gli strumenti per fare una buona preparazione, vedi milan con un centro all’avanguardia, non abbiamo… Leggi il resto »

maurone
maurone
30 giorni fa

Detto che tre indizi fanno una prova cioè che con questi giocatori non soono riusciti a fare 1 punto a partita ne Mazzarri, ne Longo ne Giampaolo e che quindi non è certamente solo colpa di Giampaolo, peraltro poco confacente alla grinta che vorrei vedere nella mia squadra del cuore,… Leggi il resto »

Bartolomeo Pestalozzi
Bartolomeo Pestalozzi
30 giorni fa
Reply to  maurone

Del futuro non saprei, del passato non gli son costati niente quei 3 anni di B dato che non ha messo soldi in società. Il suo guadagnare o perdere è solo la fotografia del valore della squadra in un dato momento, come fosse una azione. Solo quando deciderà di vendere… Leggi il resto »

Simone4Toro
Simone4Toro
30 giorni fa
Reply to  maurone

Mazzarri con questi giocatori, lo scorso anno ha girato a 27 punti.
Poi i fenomeni si sono ammutinati.

rotor
rotor
30 giorni fa

Meglio allora andare in B per risparmiare sugli ingaggi degli allenatori?Forse c’e’ una sola ipotesi che si dia ormai per scontata la retrocessione e poi si proceda alla cessione della societa’.

Bartolomeo Pestalozzi
Bartolomeo Pestalozzi
30 giorni fa
Reply to  rotor

Per come la vedo io se andiamo in B non credo aumentino le chances di un passaggio di proprietà.

Maicuntent ( Manenti Presidente)
Maicuntent ( Manenti Presidente)
30 giorni fa

anzi diminuirebbero, perche’ in b nessuno ci vorrà. gia’ in A non ci guarda nessuno figuriamoci in B.

ardi06
ardi06
30 giorni fa

Anzi andando in b venderebbe il Gallo e quei pochi che valgono qualcosa e allora si che potrebbe vendere a due lire una scatola vuota a qualche altro mercenario, per poi dire:” ve lo avevo detto che se avessi venduto sarebbe stati caxxi vostri “.

Pedric
Pedric
30 giorni fa

Tu che cretino non sei , dovresti anche mettere un razionale alla prospettiva per la quale una squadra che ha fatto 8 punti 14 dovrebbe riuscire a farne almeno 30 in 24 (ammesso che bastino). O si tratta della fede di Giampi?

Bartolomeo Pestalozzi
Bartolomeo Pestalozzi
30 giorni fa
Reply to  Pedric

Non ho fede in nessuno, non ho certezze e non ho idoli, quindi sono preoccupato quanto te. Ho solo fatto presente che nonostante tutto, pur avendo la peggior difesa e perdendo 8 gare su 14 abbiamo solo 3 punti di ritardo dalla salvezza. Con il nostro score il quart’ultimo posto… Leggi il resto »

Izzo sull’esultanza: “Adoro Napoli ma difendo il mio club”

Torino, i numeri della fragilità: sono 23 i punti persi da situazione di vantaggio