Samuele Ricci sempre più protagonista con la maglia del Toro, ora il futuro è tutto nelle sue mani (e nei suoi piedi)

Nel Toro c’è una certezza a centrocampo, e porta il nome di Samuele Ricci. Infortunio alle spalle, il numero 28 è pronto a ripartire dopo le amichevoli di preparazione. Proprio nell’ultima amichevole contro il Monza, vinta per 4-1 dai granata, a fine partita il classe 2001 ha dichiarato di stare bene e che la squadra è pronta alla ripresa: il 4 gennaio alle 14:30 in casa contro il Verona. Con il passare del tempo, Ricci ha conquistato sempre di più Juric e ora è imprescindibile nello scacchiere granata.

Il suo percorso

Arrivato a metà della scorsa stagione dall’Empoli, tutti erano a conoscenza delle sue qualità, ma in pochi si sarebbero aspettati un impatto così progressivo. I due titolari a centrocampo erano Lukic e Mandragora, ma a causa dei problemi fisici di uno e dell’altro, Ricci ha subito giocato da titolare molte partite, nonostante non fosse a piena conoscenza degli schemi di gioco. La sua crescita è stata esponenziale, e con la partenza di Mandragora (e il mancato arrivo di un centrocampista richiesto dal tecnico), in questa stagione Ricci è diventato fondamentale per il Toro, avendo preso in mano le chiavi del centrocampo affiancato da Lukic. Come detto da lui stesso, il bilancio del 2022 è positivo, e ora dai suoi piedi passa il futuro e anche le convocazioni in Nazionale, con la quale ha già esordito.

La sua stagione

Quando si è fatto male, il Torino è entrato in piena crisi. Con lui in campo da titolare invece, nessuna sconfitta: una sentenza fino ad’ora. Per lui 11 presenze tra campionato e coppa, con 1 assist, 2 cartellini gialli e tante ottime prestazioni. Al Toro si trova bene, e non è scontato avere in rosa un giovane italiano così talenutoso: è da tenere stretto.

Samuele Ricci
Samuele Ricci
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 30-12-2022


8 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Jones
Jones
29 giorni fa

in effetti con lui in campo le cose funzionano meglio,grande acquisto

tric
tric
29 giorni fa

Ricci è ottimo. Lukic anche: cerchiamo di tenerlo fin che possiamo.

madde71
madde71
29 giorni fa
Reply to  tric

abbiamo visioni molto diverse,ma sei onesto di pensiero,trovo che indispensabile sia termine da non usare,potrebbe danneggiarlo,concordi?

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
29 giorni fa
Reply to  madde71

più che visioni diverse, direi che è diversa l’educazione, considerando che l’amico tric queste cose non le ha mai scritte: 0.3Madde  “un servo di scena,uno dei 4,il piu liquamoso,il ventre molle” “pisellino livoroso et astioso… sfigato pure come sottoprodotto” “prova con una bambola gonfiabile,una vera difficile ti pigli,almeno sfoghi un… Leggi il resto »

leftwing
leftwing
29 giorni fa

Ma perchè sprecare -a sproposito, tra l’altro, visto che d’altro si parla- tanto ingegno e tanto inchiostro?

davidone5
davidone5
30 giorni fa

Ricci è bravo e lo ha dimostrato, è cresciuto molto grazie a Juric, quando è arrivato era ancora incompleto fisicamente, tatticamente e come cattiveria ma si vedeva che era bravo. Per il nostro centrocampo è fondamentale, consideriamo poi che il nostro centrocampo, come del resto l’attacco, è incompleto.

gpt71
gpt71
29 giorni fa
Reply to  davidone5

Ricci è molto bravo, ma a centrocampo sono tre….
Anche Linetty in questa situazione è fondamentale.

Casao92
Casao92
29 giorni fa
Reply to  davidone5

Infatti quando manca si vede la differenza. Ci vorrebbero 2 registi in rosa.

Vojvoda, il 2022 si chiude con una perla: ora l’obiettivo è un 2023 da protagonista

Radonjic è tra i più in forma di dicembre. E col Verona può anche fare la punta