Torino, Rincon: "Tanti morti, mancanza di rispetto pensare di giocare"

Rincon: “Centinaia di morti al giorno, è mancanza di rispetto pensare ora di giocare”

di Andrea Piva - 5 Aprile 2020

In una breve intervista rilasciata all’Ansa, il centrocampista del Torino Tomas Rincon ha parlato della situazione sanitaria in Italia e del ritorno al calcio giocato

“Non posso pensare oggi di riprendere a giocare quando sento che muoiono centinaia di persone in Italia ogni giorno. Mi sembra anche una mancanza di rispetto”. Parole queste rilasciate all’Ansa, nel corso di una breve intervista, dal centrocampista del Torino Tomas Rincon. A differenza di molti presidenti di serie A, il centrocampista venezuelano non ha fretta di tornare in campo per concludere il campionato 2019/2020. “Per dirla tutta non sono nemmeno sicuro che si possa riprendere questo campionato” ha aggiunto.

Torino, Rincon lancia una raccolta fondi per le famiglie in difficoltà

“Ci sono interessi delle società e lo capisco, noi siamo disposti a tornare quando però ci saranno le condizioni di salute, oggi non si può” ha spiegato sempre all’Ansa Tomas Rincon. Il numero 88 granata ha anche lanciato un’iniziativa di solidarietà in questo momento di grande difficoltà, anche economica, per molte famiglie italiane: su Instagram ha promosso una raccolta fondi destinata proprie alla famiglie che faticano ad arrivare alla fine del mese.

Rincon: “Ai venezuelani dico di stare a casa”

Sempre all’Ansa, Rincon ha anche parlato dell’emergenza Coronavirus nel suo Venezuela: “Alla gente del mio Venezuela dico di stare a casa, perché il coronavirus non può proprio essere sottovalutato. Purtroppo, anche alla luce della crisi economica, cominciano a mancare delle cose e c’è il rischio che le persone si muovano: però tenete duro e state a casa. In questi giorni penso a chi ha perso il lavoro. Non parlo della situazione politica venezuelana, anche se stiamo passando l’era più difficile della nostra storia recente. Il virus è arrivato e questo aggrava la crisi, la gente sta a casa, non lavora, manca la luce: le due cose sommate rendono tutto più difficile”.

Tomas Rincon in Torino-Cagliari 1-1
Tomas Rincon in Torino-Cagliari 1-1