Contro la Sampdoria per Rodriguez è arrivata la miglior prestazione al Toro: il cambio di modulo lo aiuta e con la Juve può partire titolare

Fino alla sfida contro la Sampdoria Ricardo Rodriguez non è stato altro che una meteora. Arrivato come primo acquisto della coppia Giampaolo-Vagnati, lo svizzero è approdato all’ombra della Mole per cercare un personale riscatto provando a puntare proprio sul tecnico. Quello stesso tecnico che lo ha allenato al Milan e che lo ha fortemente voluto in granata. Insomma, come a dire che forse la fiducia di Giampaolo sarebbe potuta essere la giusta chiave per far ripartire la sua carriera, per dargli una svolta. Tutto questo però solo sulla carta perché fino ad ora, sulla fascia sinistra, tra Rodriguez e Murru, il Toro si è trovato con un enorme punto interrogativo. Fino, come anticipato, alla sfida contro la Sampdoria.

Rodriguez si è ripreso: il derby per la conferma

Se il Torino sta dimostrando che la “disponibilità” di Giampaolo nel cambiare modulo, è la strada giusta per invertire la rotta, è altrettanto vero che il passaggio ad una difesa a 3 ha cambiato anche il destino di Rodriguez. E non solo. Ma partiamo dal difensore: nel 4-3-1-2 delle prime uscite stagionali non è mai riuscito a farsi trovare realmente al proprio posto. Il passaggio al 3-5-2, invece, ha cambiato le carte in tavola. Nel match contro i blucerchiati Rodriguez ha messo in capo quella che probabilmente è la sua miglior prestazione in granata fino ad oggi, guidando la difesa, sbagliando pochissimo e sfiorando nuovamente il gol (come contro l’Entella). Ma non basta.

Adesso per Rodriguez è arrivato il momento di trasformare questi segnali positivi in conferme. E quale occasione migliore del derby? Pensare ad una partenza da titolare non è così assurdo vista la prestazione della settimana scorsa e aiutare il Toro a bloccare i bianconeri sarebbe indubbiamente la via migliore per guadagnarsi la titolarità. Senza dover sperare, di volta in volta, in un’esclusione di un compagno o in un cambio in corso d’opera. Al contrario, una conferma nel derby potrebbe ribaltare diametralmente le prospettive. E a suo favore.

Il derby può costare caro a Nkoulou

Imporsi contro un avversario come la Juventus, confermandosi non non solo a livello tecnico-tattico ma soprattutto in termini di affidabilità e solidità mentale potrebbe infatti permettere a Rodriguez di strappare una maglia da titolare. Ripagando il tecnico della fiducia accordatagli già al tempo del Milan e giustificando l’investimento del Torino. Una realtà che rischierebbe di tagliare fuori dai giochi, forse definitivamente, il compagno di reparto Nkoulou. Già virtualmente ai margini, impiegato solo in pochi scampoli di partita nei quali non sempre ha brillato, il camerunense rischia così adesso di scivolare ancora di più nelle gerarchie del tecnico. Insomma, nel bene e nel male il derby rappresenterà un crocevia determinante per la stagione: per quella del Toro ma anche per quella dei suoi difensori.

Ricardo Rodriguez of Torino FC gestures during the Serie A football match between Torino FC and UC Sampdoria.
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 04-12-2020


4 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
vecchiamaniera
vecchiamaniera
11 mesi fa

Quando leggo di migliori prestazioni ho un senso di nuasea.Intanto NK scivola nelle gerarchie ma ho la sensazione che sarà il 1° subentrante.E Izzo?x me dovrebbe essere titolare o prima scelta essendo il modulo a lui più consono e comunque x la sua personalità,x la sua marcatura efficace,x la propensione… Leggi il resto »

Charlie66
Charlie66
11 mesi fa
Reply to  vecchiamaniera

sono d’accordo con te, basta che kulu stia tranquillo in panca

io
io
11 mesi fa

sarebbe da idioti plurimi svalutare ulteriormente Nkoulou ….

Charlie66
Charlie66
11 mesi fa
Reply to  io

sarebbe da idioti plurimi continuare a schierarlo, tanto ha già deciso di andarsene a gratis, per la gioia di molti che per far dispetto alla moglie…

Filadelfia, si fermano Murru e Verdi

Toro, stress test Juve: allo Stadium è vietato perdere la testa