Il duello di Sampdoria-Torino / Niang è in netta crescita e cerca conferme, Zapata è il maggior pericolo della Sampdoria

Sampdoria-Torino, Zapata-Niang. Sarà questa la doppia sfida che andrà in scena tra qualche ora in casa dei blucerchiati. Due giocatori di talento e grinta che cercheranno di mettere le loro giocate e, possibilmente, i loro gol al servizio delle rispettive formazioni per agguantare una vittoria fondamentale in chiave Europa. I granata arrivano dall’ottimo successo contro il Benevento in casa mentre la Sampdoria è passata in trasferta contro la Roma ed è indubbio che entrambe le squadre puntino a bissare il risultato. Per questo Mazzarri e Giampaolo si affideranno agli uomini di maggior sicurezza e Niang, in crescita, e Zapata sono certamente due di questi.

M’baye Niang. Corre di più, non molla e soprattutto segna. Il Niang visto contro il Benevento e, in generale, nelle ultime uscite, sembra aver finalmente invertito il senso di marcia e cominciato davvero a fare la differenza. L’arrivo di Mazzarri, a quanto pare, ha fatto la differenza e l’attaccante granata è certamente uno di giocatori che maggiormente ha giovato di questo cambio in panchina. Adesso, però, serve una continuità che nella prima parte di stagione è totalmente mancata. Contro la Sampdoria servirà anche il miglior Niang per tornare dalla terra ligure con tre punti: il granata ha quindi l’occasione non solo di confermare quanto visto al Grande Torino ma anche e soprattutto di diventare, finalmente, il trascinatore di questa squadra.

Duvan Zapata. Diciotto presenze e 7 gol. Dopo essere stato al centro delle richieste di mercato del Torino, Zapata è riuscito a ritagliarsi il giusto spazio con la maglia della Sampdoria, diventandone uno dei maggiori punti di riferimento. E proprio contro il Toron, nel girone di andata aveva fatto il suo esordio con la formazione di Giampaolo. Un esordio con gol, per altro. Ecco dunque che, un girone più tardi, il tecnico blucerchiato, si affiderà nuovamente a Zapata per scardinare le difese degli ospiti. E visto il buon momento della squadra e dello stesso attaccante, autore del gol vittoria contro la Roma, questo  rischia di essere uno degli elementi di maggior pericolo per la squadra di Mazzarri.


23 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
nonno
nonno
4 anni fa

A me zapata é sempre piaciuto. Su Niang (premesso che qualcuno qui ha già detto che é una pippa colossale e quindi ora, oltre a faticare ad accorgersi pure se segna, gli gufa contro) non lo vedo proprio scarso. Se lo allontani dalla porta non ha i tempi di giocata… Leggi il resto »

Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
4 anni fa
Reply to  nonno

Nonno se volevamo uno mille volte meglio di Niang, sotto porta, bastava prendere Pazzini, dietro fa un tubo tipo Niang ma almeno davanti si.

Roberto DS63
Roberto DS63
4 anni fa

Ha ragione, se lo metti sulla linea della porta diventa irresistibile.

Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
4 anni fa
Reply to  Roberto DS63

Ma, a parte Cetto Urbano, ma gli altri sono sponsorizzati dalla Segafredo? Mi sembrano avatar-chicco di caffè. Sarà che devo mettermi gli occhiali?

Cairoforever ( Rob 62 )
Cairoforever ( Rob 62 )
4 anni fa

Ho letto formazione 442 con Iago e Niang davanti.
Acquah,Rincon,Baselli e Obi a centrocampo.
Sarei curioso se va in campo. ..

Mimmo75
Mimmo75
4 anni fa

4321

Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
4 anni fa

Berenguer di punta alla Belotti.

sterry
sterry
4 anni fa

Tra i due in senso assoluto preferisco Zapata.
Ma in coppia con Belotti penso sia meglio un giocatore come Njang.

Trapano
Trapano
4 anni fa
Reply to  sterry

Pensiero un po’ contrastante …

Gianky1969 (Giancarlo)
Gianky1969 (Giancarlo)
4 anni fa
Reply to  Trapano

Ciao Cla’, bellissimo il tuo nuovo avatar???

Trapano
Trapano
4 anni fa

Anche il tuo non è male ..?

rotor
rotor
4 anni fa
Reply to  Trapano

Ciao Claudio,che tempo fa a Genova ? Con quanti cuori granata sarai allo stadio?

Quagliarella, recupero per il Toro: sfida da ex dopo i fischi dell’andata

Top e Flop di Sampdoria-Torino: il meglio e il peggio della gara di Marassi