Sanabria ha iniziato la preparazione al Filadelfia agli ordini di Nicola: adesso si candida per una maglia da titolare al fianco di Belotti

“Non vedevo l’ora di allenarmi con i compagni”: queste le parole di ieri di Antonio Sanabria a margine di quello che è stato il suo primo allenamento con la squadra. Agli ordini di quel Nicola che adesso avrà a disposizione un’arma in più da giocarsi per tentare la risalita in classifica e agguantare la salvezza. Ma andiamo con ordine. Dopo i problemi di Covid che lo hanno colpito proprio al suo arrivo a Torino, l’attaccante è finalmente guarito e nella giornata di ieri ha messo piede per la prima volta sul campo del Filadelfia dove Belotti e compagni si sono allenati in vista del prossimo match contro il Sassuolo. Un primo assaggio di granata per testare la preparazione e soprattutto conoscere il tecnico e i compagni di squadra. Non senza, ovviamente, un obiettivo ben chiaro in testa: ritagliarsi immediatamente un posto nell’11 di Nicola.

Zaza non segna, Verdi non gioca: Sanabria può essere la soluzione

E in questo senso sono proprio i compagni di reparto a offrirgli, involontariamente, l’assist perfetto. Ance contro il Cagliari Zaza ha mostrato di essere indubbiamente un giocatore diverso da quanto visto nei mesi precedenti: più presente nella manovra, più lucido, meno impegnato a polemizzare e più a giocare. Ma resta il fatto che la doppietta di Benevento, ancora oggi, suona come un’eccezione alla regola visto che davanti alla porta l’attaccante continua a steccare.

Peggio fa Simone Verdi che non solo viene costantemente scavalcato dal compagno nelle gerarchie di Nicola ma contro il Cagliari non subentra nemmeno a partita in corso come fatto nelle gare precedenti. A lui, infatti, gli viene preferito Bonazzoli che ad oggi è l’unico dei tre compagni di Belotti ad essere in crescita. E allora ecco che i n un quadro in cui il solo Gallo è davvero intoccabile, potrebbe esserci spazio proprio per Sanabria. Con Nicola che potrebbe testarlo quanto prima per vedere se la coppia ipotizzata in fase di mercato, Belotti-Sanabria, può essere la chiave per mettere ulteriore fieno in cascina.

Prima possibilità contro il Sassuolo?

E perchè allora non provarci già venerdì contro il Sassuolo? Al Grande Torino i granata saranno chiamati a dare continuità ad una serie di risultati finalmente positivi e soprattutto alla vittoria cagliaritana. Cercando il primo successo stagionale casalingo. Perchè se è vero che vincere aiuta a vincere, una doppietta potrebbe certamente dare il giusto slancio ad una squadra che sembra pian piano ritrovarsi. Almeno dal punto di vista della mentalità e della convinzione.

E in questo la motivazione di Sanabria, la volontà di mettersi in mostra e convincere Nicola potrebbe certamente essere un valore aggiunto. Fermo restando la necessità di valutarne le condizioni fisiche dopo lo stop per il Covid, la settimana che si è aperta ieri con il primo allenamento al Fila, darà all’attaccante la possibilità di lavorare per candidarsi ufficialmente ad una maglia da titolare. E a Nicola per lavorare, finalmente, con tutti gli effettivi a disposizione.

Antonio Sanabria
Antonio Sanabria con la maglia del Betis
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 22-02-2021


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Fabio (febius6)
Fabio (febius6) (@febius6)
9 mesi fa

A questi livelli per recuperare 20 giorni di stop ce ne vogliono almeno altrettanti e soprattutto con un discreto rischio di infortuni muscolari. Prima di metà marzo credo che non si vedrà proprio niente….

L’effetto Nicola contagia anche la società: ora il Toro è compatto

Cairo: “Con Nicola Toro più concreto. Rinnovo Belotti? Sono pronto a scendere in campo io”