Dopo esser tornato al gol contro il Napoli, Sanabria si candida a una maglia da titolare per la sfida contro l’Udinese

Digiuno terminato, ora si riparte da zero. Contro il Napoli Antonio Sanabria ha trovato la seconda gioia personale del 2024, la prima a distanza di due mesi. Tutti sanno bene quanto l’attaccante abbia sofferto nell’arco di questo periodo, a livello fisico ma soprattutto mentale. Tornare al gol per un attaccante tanto forte quanto fragile come lui non può che essere un sollievo, e su questo può basarsi Juric per scegliere l’attaccante che domenica affiancherà Duvan Zapata. L’ex Genoa avrà infatti la possibilità di giocare con più tranquillità, senza l’ossessione della rete, e potrà di conseguenza anche dedicare più energie alla squadra. Per questo motivo, e data anche la scarsa performance messa in atto da Pellegri al Maradona, può di nuovo essere lui il partner di Duvan.

Pellegri continua a non convincere

Come detto, Sanabria con tutta probabilità tornerà titolare contro l’Udinese anche a causa della pochezza di alternative. Da un lato infatti c’è un Pellegri che non continua a sfruttare le chance che gli vengono date, come in occasione della partita di venerdì in cui non ha mai inciso; dall’altro, invece, c’è un Okereke che scalpita ma a cui non viene quasi mai data l’occasione di poter dimostrare il proprio potenziale.

Okereke, ancora poco spazio

Il nigeriano ha giocato solamente 27 minuti in cui ha fatto vedere qualche fiammata e ha anche segnato un gol – poi annullato – ma ancora una volta non è stato schierato nemmeno nei minuti finali nell’anticipo di venerdì. A questo punto è lecito dunque aspettarsi Sanabria titolare al Bluenergy Stadium, ma con il calciatore in prestito dalla Cremonese eventualmente come sostituto a gara in corso pronto a mettersi in mostra: fare peggio di Pellegri, infatti, in questo momento è difficile.

Antonio Sanabria
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 13-03-2024


Masina ancora una volta in difesa: fin qui non ha mai fatto l’esterno

Djidji out, si candida Vojvoda: le soluzioni per sostituirlo