Serie A, ripartenza da recuperi come Torino-Parma

Serie A, c’è l’idea di partire dai recuperi: Torino-Parma sarebbe la prima dei granata

di Giulia Abbate - 26 Maggio 2020

La proposta della Lega Serie A prevede una ripartenza scaglionata: prima i recuperi del 25° turno, tra cui Torino-Parma, poi tutte le altre

Torino-Parma potrebbe essere la prima sfida che impegnerà i granata di Longo alla ripresa, ancora non ufficializzata, della Serie A. La proposta che la Lega Calcio formalizzerà nella giornata di oggi (per presentarla giovedì al ministro Spadafora), infatti, prevederebbe una ripartenza scaglionata: prima i match di recupero del 25° turno e poi, solo nel weekend successivo, il via ufficiale per tutte le altre sfide. Un’idea che permetterebbe così di riprendere il filo del campionato con tutte le 20 squadre nelle stesse condizioni e che, soprattutto, darebbe modo di testare l’impatto della ripresa del calcio giocato. Una sorta di prova generale prima del via che ribalta completamente i programmi iniziali che prevedevano di ripartire direttamente dal 27° turno con Torino-Udinese. Se la proposta verrà accettata e ufficializzata, dunque, ad aprire le danze (oltre a Torino-Parma) saranno Atalanta-Sassuolo, Inter-Sampdoria e Verona-Cagliari.

Spadafora: “Se i dati sono buoni, nel prossimo DPCM le date della ripresa”

Il 13 giugno, dunque, potrebbero scendere in campo le squadre impegnate nei recuperi dell 25^ giornata. Poi, con tutti i club appaiati a 26 turni disputati, il 20 giugno potrebbe prendere ufficialmente il via al 27°. Date, queste, che restano ancora ipotetiche e sulle quali è tornato il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora: “Quando ripartiranno le gare? A breve capiremo se siamo stati in grado di rispettare le regole dopo la riapertura del 18 maggio. Se sarà così, mi impegno a inserire nel prossimo decreto del presidente del Consiglio anche le date per la ripresa delle competizioni nel mese di giugno. Spero questo sia possibile, ma non voglio illudere nessuno“.

Noi non vediamo l’ora che riprendano tutte le competizioni sportive e stiamo facendo il possibile. Ma dipende tanto da come va avanti l’emergenza sanitaria. Entro la fine di questa settimana avremo sicuramente i dati reali dell’impatto che ha avuto la riapertura del 18 maggio, perché di fatto la prima riapertura del 4 maggio non ha prodotto effetti negativi, per fortuna, ma è stata minima“.

Armando Izzo in Parma-Torino 3-2
Armando Izzo in Parma-Torino 3-2