Edera, le curiosità sul calciatore del Torino: Messi il calciatore preferito

Segue il tennis e ammira Garibaldi: tutte le curiosità su Edera

di Francesco Vittonetto - 8 Aprile 2020

Edera si è raccontato al sito del Torino: ecco le curiosità sull’ala classe 1997. Partita indimenticabile? Quella del primo gol in Serie A

E chi se la scorda, la notte di Lazio-Torino 1-3 del 2017. Simone Edera ha ben impresse le emozioni di quella partita – indimenticabile – nella quale, lanciato da Mihajlovic, mise a segno il suo primo gol in Serie A. E’ una delle curiosità che l’ala classe 1997 ha raccontato sul sito del Torino, che ormai da qualche giorno ha lanciato l’iniziativa “Quello che non tutti sanno di…” per far conoscere i lati più nascosti dei giocatori granata. Il 20 non si è sottratto, e tra calciatori, film e serie preferite ha mostrato un pezzo della sua vita fuori dal campo.

Edera, pregi e difetti. Ecco lo sport preferito (dopo il calcio)

Si parte dai pregi e difetti. Edera si descrive determinato e intraprendente, ma anche impulsivo e testardo. Degli uomini apprezza la gentilezza, delle donne intelligenza e bellezza. Per lui un grande calciatore deve essere in grado di destreggiarsi con entrambi i piedi, mentre un bravo allenatore dovrebbe sempre dimostrare equità di giudizio.

Leo Messi è il campione che più ammira, mentre nei rari momenti in cui non guarda il calcio si diverte davanti al tennis. A scuola aveva un debole per la matematica (e come lui anche Izzo), ma non sopportava l’inglese.

L’amore per New York e per… Jennifer Aniston!

Appesi gli scarpini al chiodo, Edera vorrebbe rimanere nel mondo del calcio (ma ancora non ha deciso in che veste). Magari facendo un salto a New York, la città preferita, di tanto in tanto. Proprio lì, a Manhattan, è ambientata “Friends”, la serie tv che ha consacrato Jennifer Aniston, la sua attrice preferita. Restiamo in tema: l’attore preferito di Simone e Jason Statham, il film più amato “The Equalizer”, mentre la serie tv che più lo intriga è “La casa di carta”.

Un libro? “Niente teste di cazzo”, ovvero lezioni di vita e di leadership dagli All Blacks, scritto da James Kerr. L’eroe della vita di Edera è sua mamma – ma non manca un pensiero alla fidanzata Nicole, la sua gioia più grande -, mentre il personaggio storico che più ammira è Giuseppe Garibaldi.

Simone Edera e Moreno Longo
Simone Edera e Moreno Longo