Singo è ancora in calo: troppi errori e imprecisioni e l’effetto sorpresa con gli avversari sembra svanito. Il Toro ha un problema in più da risolvere

Errori, sbavature, palloni imprecisi e poca incisività: problemi che in poche, rare situazioni sono stati associati a Wilfred Singo. Da quando il giocatore si è preso il suo posto sulla fascia granata, infatti, è sempre stato un punto di riferimento. Un’arma offensiva che ha sorpreso più di un avversario, Juve compresa, ma anche un baluardo difensivo spesso determinante. E allora ecco che viene difficile arrendersi all’evidenza di quanto successo nelle ultime uscite. Soprattutto viste le aspettative che circolano attorno al giocatore. Nelle ultime settimane, però, quella che è stata dall’inizio una delle poche note liete di questo Torino, ha subito un calo drastico ed evidente.

Singo, il calo è netto e gli avversari…

Anche contro il Genoa (qui le pagelle), Singo non è riuscito a dare la giusta spinta, apparendo forse stanco e annebbiato. Lontano dal giocatore che ha sorpreso tutti soltanto pochi mesi fa, al suo esordio nel calcio dei grandi. Tanti gli errori, come abbiamo detto, spesso impreciso nel servire i compagni e per nulla incisivo: un cambiamento in negativo che non giova né al Toro né tanto meno al giocatore che, tuttavia, qualche scusante la può trovare.

D’altronde se il miglior Singo non rappresenta più una sorpresa per il Torino, lo stesso si può dire per gli avversari. Se nelle prime settimane le compagini opposte ai granata avevano dovuto imparare a prendere le misure a quella che sembrava una scheggia impazzita, oggi il terzino è ben più conosciuto. Da sorpresa si è trasformato in una realtà del nostro campionato, forse tra le migliori, e le contromisure degli avversari sono prontamente arrivate. Tanto che sulla fascia non riesce più ad agire (quasi) indisturbato e questo va ad aggravare ulteriormente quello che, comunque, resta un suo calo personale.

Toro, mancano alternative

Una flessione che, indipendentemente dalle motivazioni fisiche o mentali che ci possono essere alla base, costituisce indubbiamente una brutta gatta da pelare. Soprattutto se si considera che, numeri alla mano, a Nicola mancano alternative. Tra i papabili giocatori che potrebbero permettere al terzino di “prendersi” un turno di riposo, infatti, nessuno è mai sembrato all’altezza, in grado di lavorare a tutta fascia.

Manca, in buona sostanza, un altro giocatore all’Ansaldi, in grado di incidere tanto in attacco quanto in difesa. E allora ecco che fare a meno di Singo diventa davvero impossibile per Nicola. Che, tuttavia, dovrà cercare la chiave per far riemergere il giocatore ammirato e osannato nel recente passato: anche da lui passerà il tentativo di realizzare il più difficile dei miracoli targati Nicola.

Wilfried Singo
Wilfried Singo

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 14-02-2021


10 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
sarzana granata
sarzana granata (@sarzana-granata)
9 mesi fa

Via tutti…..dal nano in giù…..

Robilant1959!
Robilant1959! (@mauronovajra)
9 mesi fa

Mah, direi che un calo a metà stagione da parte di un giocatore ventenne che è partito come riserva e che ha sorpreso, in bene, tutti ci possa stare. Aspetto sempre di stupirmi nel vedere altri, ben più quotati, invertire il trend negativo, da anni, in uno quasi normale. E… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo) (@foreverg)
9 mesi fa

Cominciare a criticare Singo lo trovo sciocco. È un 2000. 1 stagione in A. Sbaglia? Non ha un rendimento omogeneo? Non è costante? Ma va? Ma siete seri? È normale! Tutto normale. È un bellissimo prospetto che per crescere deve sbagliare, imparare, fare esperienza. W Singo che tra l’altro è… Leggi il resto »

Toro in versione lumaca: davanti corrono, la corsa è solo sulle ultime tre

Cottafava:”Contenti dei 3 punti. Ma non abbiamo risolto tutti i problemi”