Sirigu: "Ci rattrista essere criticati in maniera prevenuta" - Toro.it

Sirigu: “Ci rattrista essere criticati in maniera prevenuta”

di Andrea Piva - 10 Gennaio 2020

Le parole del portiere del Torino, Salvatore Sirigu, dopo la sfida di Coppa Italia valida per gli ottavi di finale

Così Sirigu ha analizzato il momento del Torino, a partire dalla vittoria sul Genoa. “Abbiamo fatto fatica ma lo sapevamo, non ci aspettavamo regali, anzi questo dà più gusto alla vittoria. Sono partite che servono, dobbiamo imparare a non regalare niente e questo ti fa assaporare ancora di più questo sport”. Il 2020 è iniziato con due vittorie contro Roma e Genoa dopo i fischi con cui si era chiuso l’anno: “Anche il 2020 è iniziato così a quanto ho visto, magari non contestazione ma ambiente che non è contento, un ambiente un po’ ostile lo abbiamo trovato. Delle volte ho detto che era giusto, che era giusto prendere i fischi, quando si è squadra lo si è in tutto. Noi abbiamo fatto un periodo non brillante, lo sappiamo anche noi, avremmo potuto dare di più, non è mai facile nel calcio, quando in quel periodo sono arrivate le critiche sapevamo che toccava a noi ribaltare le cose e riacquistare l’affetto dei tifosi. Oggi c’era malcontento dopo dieci minuti, questo in campo lo avvertiamo. Abbiamo delle difficoltà oggettive quotidiane, giocare qui diventa sempre più difficile perché sappiamo che ambiente andiamo a trovare. Non vogliamo essere coccolati ma nemmeno criticati in maniera prevenuta, questo non lo trovo molto giusto. Io che vivo lo spogliatoio so che ci rattrista. La nostra forza è stata sempre quella di avere un ambiente unito, anche quella di sapere che non avremmo regalato niente dal punto di vista tecnico e tattico ma anche ambientale. Ora inizia ad essere più dura e questo inizia a favorire gli altri”, ha detto il portiere.

“Il campo è pesante, non si sta in piedi”

“Questa squadra maturerà nel tempo, ci sono stati cambiamenti che hanno rallentato il processo di crescita, forse ad inizio anno abbiamo pensato troppo al passato e ci ha fatto male, fatto troppi paragoni con quello che siamo stati, invece devi pensare bene a quello che stai vivendo e a preparare il futuro”.

Sulle condizioni del campo: “Da tempo è in determinate condizioni, non è facile, il campo è pesante, è sconnesso, si scivola, non si sta in piedi, il pallone arriva con un rimbalzo strano, a volte siamo più preoccupati a stoppare il pallone o che arrivi a destinazione senza mettere in difficoltà il compagno che al gioco stesso, e questo rallenta la manovra e ci rende mentalmente più insicuri. Speriamo di riuscire a risolverlo per avere più serenità, servono tante componenti e la serenità è una di queste”.

“A Roma è stata una bella partita ma che potevamo anche perdere. Inutile riempirci di gloria, è stata in una condizione mentale completamente diversa. Oggi è stata una partita a sé, in una competizione a sé, con una tensione mentale incredibile, dobbiamo recuperare domani e pensare al Bologna da sabato, non sarà facile. Ora bisogna rimboccarsi le maniche e andare avanti, è l’unica medicina che c’è, non mi aspetto niente di più che l’intelligenza da parte di tutti di dare tutto su ogni pallone, su ogni minima cosa, anche nel superare le difficoltà che stiamo vivendo”.

197 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
6 mesi fa

Bisogna essere ferrati per capire, mica è da tutti i quadrupedi.

cmt
cmt
6 mesi fa

Con dei “pseudotifosi” così abbiamo ciò che meritiamo…… farneticazioni autodistruttive

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
6 mesi fa
Reply to  cmt

Vero, oramai ammaestrati come delle scimmie in gabbia che aspettano le noccioline.
O le ciliegine.

Mondo
Mondo
6 mesi fa
Reply to  cmt

cmt lo chiedo a te che mi sembri il più informato, ma la SCEMPIONS vinta contro il Genoa sarà esibita con un giro campo prima della partita con il Bologna o sul classico pullman scoperto in serata con il giro in città?

Fausto65
Fausto65
6 mesi fa

Più leggo certi post e più mi domando perché certa gente tifa Toro. Nessun tifoso del Toro ama il Toro per i titoli o i trofei, lo ami perché da qualche parte, in lui, hai trovato te stesso, il tifoso del Toro da sempre considera il Filadelfia casa sua e… Leggi il resto »

tmatteo64
tmatteo64
6 mesi fa
Reply to  Fausto65

Tante tifoserie anche in anni passati hanno contestato pesantemente i propri presidenti senza togliere il sostegno alla propria squadra.

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
6 mesi fa
Reply to  tmatteo64

Delle tante tifoserei alle quali alludi citane almeno una con la stessa presidenza per 15 anni e con risultati sportivi al pari della Ciarlanese (cioè zero).

Gasperino
Gasperino
6 mesi fa
Reply to  Fausto65

Giusto… e che Sirigu stia sereno, perchè non ce l’abbiamo sicuramente con lui e pochi altri…

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
6 mesi fa
Reply to  Fausto65

Bravo Fausto, concetti chiari.
Per me e moltissimi altri.