Torino, per Millico prova di carattere contro il Genoa in Coppa Italia

Millico, prova di carattere in Coppa: ma il Chievo è in pressing per il prestito

di Andrea Flora - 10 Gennaio 2020

Vincenzo Millico è entrato nei tempi supplementari nel corso dell’ottavo di finale di Coppa Italia contro il Genoa e ha segnato uno dei rigori

Nel match di giovedì sera di Coppa Italia disputato dal Torino di Walter Mazzarri contro il Genoa di Davide Nicola, si è distinto per la grande abnegazione e la risposta di carattere data sul campo anche Vincenzo Millico, entrato nei tempi supplementari quando il Toro si è anche ritrovato a dover giocare in 10 contro 11 con le forze che diminuivano e con i rigori sempre più vicini e ha dimostrato di avere la freddezza e la lucidità giusta per portare a casa una gara non semplice come quella appunto contro i genoani. Ciliegina sulla torta per la sua prestazione anche il gol su rigore nei tiri dal dischetto che hanno deciso la partita, per il momentaneo 3-2 dei granata.

Millico, poco spazio col Toro ma grinta da vendere

Vincenzo Millico ha potuto dimostrare nella partita di Coppa Italia contro il Genoa di poter ancora valere quanto meno un posto nel Toro di Walter Mazzarri. Il mister toscano però ha altre idee in mente e non c’è il nome del giovanissimo classe 2000 proveniente dalla Primavera granata che infatti nel corso del girone d’andata del campionaro 2019/2020 ha trovato spazio solo per undici minuti giocando in due partite e che non sono state di certo indimenticabili per il Torino: sconfitta 1-0 in casa dell’Udinese e poi la sconfitta – sempre per 1-0 – in casa contro la Juventus nel derby. Le difficoltà poi incontrate dalla squadra nel corso della stagione non hanno aiutato Millico che ha giocato più minuti nei preliminari di Europa League (34 minuti) rispetto al campionato; e ha anche trovato la via del gol nel 4-1 rifilato al Debrecen in trasferta.

Millico, via da Torino per giocare con continuità

Non è mai un bene quando un giocatore, specialmente di talento come Vincenzo Millico, non riesce a trovare spazio e continuità in una squadra. La riflessione che il classe 2000 e il suo agente stanno facendo insieme al Toro in questi giorni del mercato invernale è quindi trovare una sistemazione all’attaccante per la seconda metà di stagione in modo da permettergli di vedere con costanza il campo e non fargli “sprecare” in panchina un’altra metà di campionato. Millico già in estate sembrava con le valigie alla porta, ma alla fine è rimasto con il gruppo del Toro dal ritiro di Bormio fino ai preliminari di Europa e poi in campionato. Adesso che si è riaperto il mercato sono già diversi i club, specialmente di Serie B come il Chievo Verona, che vorrebbero accaparrarsi le doti dell’attaccante granata. Prima di farlo partire però la dirigenza del Toro deve risolvere il nodo del rinnovo del contratto, altro tema caldo per Millico e il suo agente.

più nuovi più vecchi
Notificami
ardi06
Utente
ardi06

Cairo minaccia Millico di restare a marcire in panchina a Torino se non rinnova.Oltretutto il rinnovo preteso comprende solo un aumento della durata, in modo che la società abbia più potere, ma non l’aumento dello stipendio. Invece di farlo giocare, valorizzarlo e poi proporli un rinnovo con anche aumento di… Leggi il resto »

fuser90
Utente
fuser90

Millico è una seconda punta moltobduttile, tipo quelle che c erano negli anni 90 che potevano giocare da sole, a supporto del centravanti dietro due punte o largo sulla fascia veloce tecnico, calcia bene, darlo al chievo in prestito non fa che bruciarci un giocatore, bisognerebbe avere il coraggio, persino… Leggi il resto »

ale_maroon79
Utente
ale_maroon79

Certe dichiarazioni odierne del procuratore di Millico mi hanno lasciato perplesso, potrebbe anche succedere che il ragazzo vada via ma non esattamente in prestito… Comunque, in caso di prestito vero, il Chievo può essere una valida opzione, specie se il loro baby-fenomeno Vignato dovesse (come sembra) partire già adesso in… Leggi il resto »