L’analisi attorno al rendimento di Sirigu, che in Torino-Sampdoria ha preso due gol su due tiri subiti. Nelle ultime cinque è crollato

I problemi del Torino sono molteplici: la scarsa tenuta mentale di molti singoli, le ataviche (ormai) difficoltà in fase difensiva, i cali di tensione durante una partita. L’elenco potrebbe proseguire a lungo. E uno dei punti toccati sarebbe il rendimento di Salvatore Sirigu. Non certo la più evidente delle crepe, ma una delle più sorprendenti. Il portiere granata, da tempo, non è più incisivo come nelle passate stagioni. Si fa insomma notare meno – perché fa meno parate – e subisce gol che, in altri momenti della sua carriera, avrebbe agilmente evitato. Si guardi alla partita contro la Sampdoria, l’ultima in ordine di tempo: ha fronteggiato due tiri in porta (da qui in avanti: tutti i dati primari sono della Lega di Serie A) e subito altrettanti gol. Non ha dunque effettuato salvataggi di alcun tipo, ha solo raccolto dalla rete i gol di Candreva e Quagliarella.

Quelle parole di Giampaolo dopo la Lazio e i numeri in Serie A

La memoria è tornata alla partita contro la Lazio. Al termine della quale Giampaolo, irato, dichiarò: “Sirigu non ha effettuato interventi: ha preso quattro tiri e subito quattro gol”. Non era il 39, il bersaglio delle critiche del tecnico, sia ben chiaro. Ma l’esempio è ora utile per portare a galla un dato: il sardo effettua meno parate. In totale sono state 22 in nove giornate, ovvero 2,4 a partita. L’anno scorso, a fine campionato, furono 158, ovvero 4,2 per gara. Quasi il doppio. Nel grafico qui sotto riassumiamo, partita per partita, i numeri che riguardano l’ex Psg, ovvero i tiri in porta che ha fronteggiato, i gol subiti e le parate effettuate.

Il rendimento di Salvatore Sirigu (elaborazione Toro.it su dati Serie A)

Sirigu ha abbattuto la percentuale di parate. E nelle ultime cinque…

All’exploit della prima giornata – dove Sirigu fu, effettivamente, il miglior granata in campo – hanno fatto seguito prestazioni ben meno gloriose. In totale, ad oggi, il portierone di Nuoro ha una percentuale di parate (ottenuta dal rapporto tra parate e tiri in porta affrontati) che si assesta al 43%. Su 51 tiri in porta, ne ha respinti 22, mentre altrettanti si sono trasformati in gol. I restanti 7, va sottolineato, sono stati respinti in altro modo e non dal guardiapali del Toro.

Dati al di sotto dei suoi standard, ma non disastrosi. Se lo sguardo si sposta, però, alle ultime cinque partite (ovvero Lazio, Genoa, Crotone, Inter e Sampdoria), ecco che il quadro cambia sensibilmente. Il Torino ha subito 20 tiri in porta – in media 4 a partita, nelle prime quattro giornate la media era stata di 7,75 a partita -, Sirigu ha incassato undici gol ma soprattutto ha effettuato appena quattro parate in tutto. La sua percentuale di interventi, dunque, si è abbassata al 20%: vale a dire che Salvatore respinge una conclusione ogni 5 effettuate dall’avversario di turno e subisce un gol ogni 1,8 tiri verso la porta del Torino. Questi sono i dati in percentuale, partita per partita.

I dati delle ultime cinque partite di campionato (elaborazione Toro.it su dati Serie A)

I numeri sono quelli di una crisi. Non si scappa. Sirigu, che è stato cruciale per il Toro nelle ultime due stagioni, ha perso di efficacia in quella attuale. Proprio Giampaolo non nascondeva, alla vigilia della partita contro il Crotone, che il suo portiere stesse attraversando un momento negativo: “Ha la forza e il carattere per venire fuori da situazioni particolari”, disse allora il tecnico. I dati dimostrano che, per ora, non ci sta riuscendo. Certo, non è tra i pali il principale problema del Toro. Ma riscoprire, in Sirigu, una sicurezza sarebbe un ottimo punto di partenza per poi risolvere tutti gli altri.

Salvatore Sirigu
Salvatore Sirigu
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 02-12-2020


15 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
vecchiamaniera
vecchiamaniera (@vecchiamaniera)
11 mesi fa

Credo si sia definitivamente cotto il razzo,prendere se va bene 2 gol a partita ha annullato la flebile volontà di fare bene.Stipendio o no,le umiliazioni continuano copiose

madde71
madde71 (@madde71)
11 mesi fa
Reply to  vecchiamaniera

#iostocontore#

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo) (@foreverg)
11 mesi fa
Reply to  madde71

“iostocontore” strana storia quella zerotreina -Acquisto di Sirigu: ecco il solito Cairo; preso perchè vecchio, rotto e rottamato -Sirigu para tutto : ecco il Toro di Cairo si salva solo perchè ha il cu.bo di avere Sirigu (cu.bo? evidentemente è sceso dal cielo) -Sirigu si scaglia contro il tifo, tipicamente… Leggi il resto »

Ultrà
Ultrà (@ultra)
11 mesi fa

dagli 2 mln di ingaggio…e poi vediamo se svanisce la crisi…

FOLAGRA
FOLAGRA (@banbanbigelow)
11 mesi fa

Ok sarà calato, però ci aveva abituato fin troppo bene! È grazie a lui se siamo ancora in A. Se puntualmente saltano le marcature è colpa sua??? Centrocampo e difesa non difendono e continuano ad avere blackout totali! È crollato il tetto ma ce la prendiamo con le tegole se… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo) (@foreverg)
11 mesi fa
Reply to  FOLAGRA

onestamente me la prendo con chi so essere forte, ma non rende al meglio

o me la devo prendere con murru che gioca come sa, e cioè mediocremente?
O Rincon, che fa il suo senza poter fare quel che non può/sa fare?

Casao92
Casao92 (@casao92)
11 mesi fa
Reply to  FOLAGRA

Nei 2 gol contro la Samp Candreva è Quagliarella si sono presentati soli avanti al portiere.

Casao92
Casao92 (@casao92)
11 mesi fa
Reply to  Casao92

E

Vojvoda, Lukic, Gojak: è corsa contro il tempo per ritornare al derby

Giampaolo (per ora) non rischia: ma la classifica spaventa il Toro