Anche contro l’Atalanta per Sirigu è arrivata la conferma di una stagione al di sotto delle aspettative ma per Nicola non è in discussione

In una stagione dove gli alti, se così si possono chiamare, si contano sulla punta delle dita di una mano sola, mentre dei bassi si è perso il conto a sembrare irriconoscibile è anche Salvatore Sirigu. Contro l’Atalanta in porta sembrava esserci una sorta di gemello meno bravo del portiere che in tante, tantissime occasioni, ha salvato i granata da debacle imbarazzanti e fatali. Tre gol atalantini e altrettanti errori del portiere che di certo non è esente da colpe. Tuttavia, pensare ad un Toro privo di Salvatore Sirigu tra i pali resta una pura follia.

Sirigu, gli errori non lo mettono in discussione

D’altronde non si sta parlando dell’ultimo portiere arrivato in Italia ma di un veterano che ha dimostrato di essere uno dei migliori interpreti, in quel ruolo, del nostro campionato. Lo dimostrano i risultati in carriera, i numeri e la maglia della Nazionale dove solo l’età, probabilmente, gli impedisce di scavalcare anche Gigio Donnarumma.

Senza contare che in fin dei conti Sirigu, nonostante le papere e gli errori, non è certo l’unico né il primo colpevole. Se il ruolo di portiere è per natura complicato e delicato, trovarsi ad essere l’ultimo baluardo difensivo di una squadra in cui il reparto arretrato va troppo spesso incontro a blackout tragici non è certo una passeggiata. E la sfida contro l’Atalanta ne è la prova. Il numero 39 granata poteva fare meglio, certo, ma i compagni di reparto avrebbero quanto meno potuto (e dovuto) complicargli un po’ meno il lavoro. E di questo ne è convinto anche lo stesso Nicola.

Nicola: “E’ un grande portiere, mi dà fiducia”

Per me è un grandissimo portiere. Mi dà fiducia – ha infatti detto il tecnico proprio nella conferenza stampa post Atalanta-Torino. Una fiducia che Nicola ribadisce al portiere, al suo portiere, andando proprio ad analizzare il rapporto con la difesa. Ci sono poi dinamiche per cui la fase difensiva è interpretata da tutta la squadra. Si guarda sempre l’ultimo passaggio, ma in verità la fase difensiva può essere dettata da 5-6 interpretazioni errate, perciò non è un fatto legato solo ad un giocatore. Salvatore sta facendo insieme ai compagni qualcosa di importante, riesce a darci la giusta personalità“.

Salvatore Sirigu
Salvatore Sirigu

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 12-02-2021


5 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo) (@foreverg)
9 mesi fa

Milinkovic non è un fenomeno ma è pssoibile che qualche parata per sbaglio la compia. sirigu nemmeno se gli tirano addosso, perchè in quel caso la butta dentro lui non credo faccia apposta, non credo sia una cosa calcolata o dolosa. Semplicemnet non c’è. ma il ruolo del portiere è… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo) (@foreverg)
9 mesi fa

Tra l’altro, in carriera, persino Ujkani ha dimostrato di saper parare qualcpoa. nel caso dentro lui

Denis-Joe
Denis-Joe (@elmolewis)
9 mesi fa

Certo che prendersela con Salvatore quando si gioca con la nostra difesa…

T9
T9 (@t9)
9 mesi fa
Reply to  Denis-Joe

Ma non è che possiamo dire che ci sono gol per i quali la responsabilità è della difesa e gol per i quali la responsabilità è del portiere? Nessun portiere è certamente responsabile per tutti i gol che prende la propria squadra ma altrettanto non è neppure detto che sia… Leggi il resto »

Ultrà
Ultrà (@ultra)
9 mesi fa

se l’alternativa…è il Donnarumma serbo…mi vengo i brividi…

Usato e gettato: Nicola prepara la vendetta al Genoa

Da Sirigu e Nkoulou, fino a Belotti e Nicola: il Toro si aggrappa ai possibili partenti