Sette società si sono astenute al dal voto sull’offerta Sky: servirà un nuovo bando per le 3 gare in co-esclusiva con DAZN

Dopo l’assegnazione dei diritti Tv per la Serie A a DAZN fino al 2024, resta ancora aperta la partita per quanto riguarda le 3 gare che andranno trasmesse in co-esclusiva, quelle comprese, in buona sostanza, nel pacchetto 2 dei diritti tv. Nella giornata di ieri, infatti, Sky si è vista bocciare l’offerta presentata in merito incassando 13 voti favorevoli contro i 14 necessari per la fumata bianca. Mentre ben 7 società, Juventus, Inter, Napoli, Lazio, Atalanta, Verona e Fiorentina, si sono astenute dal voto. Adesso sarà quindi necessario ripartire da zero.

Serie A, nuovo bando per la co-esclusiva con DAZN

Il no della Lea incassato dall’emittente Tv fa di fatto scadere la priorità di Sky sull’assegnazione delle tre sfide che andranno trasmesse in co-esclusiva con DAZN che proprio nei giorni scorsi si era aggiudicato i diritti TV per la Serie A nel triennio 2021-2024. Una situazione che andrà risolta entro luglio: al momento l’intero campionato di calcio sarebbe trasmesso dall’emittente londinese andando contro i principi della Legge Melandri. Secondo la normativa, infatti, non è possibile assegnare l’esclusiva dell’intero campionato ad un solo licenziatario.

E allora, come detto, si ripartirà da capo con un nuovo bando che dovrà portare proprio all’assegnazione ad una seconda emittente delle tre partite che ancora mancano all’appello e che fanno parte del cosiddetto pacchetto 2 dei diritti. Una nuova gara a cui, oltre a Sky, potranno partecipare nuovamente anche le altre emittenti interessate come Mediaset e il colosso di Jeeff Bezos Amazon.

telecamera Serie A Sky Dazn
telecamera Serie A Sky Dazn
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 30-03-2021


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
forzapupi
forzapupi (@forzapupi)
8 mesi fa

sky deve rimanere senza niente, se lo meritano!

Nkoulou finalmente negativo: ora punta il derby

Juventus, da Ronaldo a Bonucci ecco quando tornano i Nazionali di Pirlo