Contro l’Udinese Ivan Juric ha preferito ancora Tameze fuori ruolo rispetto a Djidji, Zima o Sazonov

Con l’infortunio al ginocchio Di Perr Schuurs i granata si sono trovati in grande emergenza per quanto riguarda la difesa visto che anche Zima e Djidji non erano disponibili. Il tecnico croato ha così deciso di provare Tameze come braccetto di destra e ciò che ha visto gli è molto piacuto. Il giocatore ex del Verona infatti ha disputato ottime partite nonostante giocasse in un ruolo che non è propiamente il suo. Ivan Juric nella sfida contro l’Udinese ha ancora preferito schierare Tameze – una volta risolto il problema fisico occorso contro l’Empoli – come braccetto di destra nella difesa a tre piuttosto che Djidji, titolare in quel ruolo, o Zima o Sazonov. Juric veda Zima più da centrale che da braccetto mentre Djidji che sarebbe il titolare in quella posizione probabilmente non è ancora pronto a livello atletico, sicuramente non per fare 90 minuti e quindi non è in grado di dare solide certezze al tecnico granata.

Tameze morbido in marcatura e l’Udinese segna

Nella sfida contro i bianconeri di Udine i granata sono passati in svantaggio all’81esimo dopo aver controllato gran parte della partita per un cross di Ferreira e una girata di Zarraga che si è inserito tra Ilic e Tameze ed è riuscito a battere Milinkovic-Savic sul primo palo. Sull’azione del gol si possono criticare tre giocatori in particolare: Radonjic, Ilic e Tameze. Certamente il portiere granata avrebbe potuto essere più attento sul primo palo ma se i primi tre fossero riusciti a interrompere prima l’azione il gol non sarebbe arrivato. Radonjic infatti si è fatto sorprendere da una combinazione a trequarti campo ed è stato superato e Ilic è andato troppo esterno a cercare di intercettare il cross mentre avrebbe dovuto stringere verso il primo palo.

L’errore sul gol

Tuttavia l’errore più grave è stato quello di Tameze che non ha visto l’inserimento del centrocampista dell’Udinese e si è fatto sorprendere e anticipare. Avrebbe dovuto coprire meglio lo spazio e soprattutto fiondarsi tra la palla e il giocatore prima che questi arrivasse ad impattare la sfera. Un errore che può succedere a chiunque ma che è costato i 2 punti ai granata.

Adrien Tameze
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 24-12-2023


14 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
beruatto55
beruatto55
2 mesi fa

purtroppo concordo con l’evidente poca reattività di Savic, col concorso dei marcatori in area, la tesi della crocifisso che sarebbe dovuto uscire non sta in piedi, ma il nostro portiere continua a non convincermi molto.

toroscatenato
toroscatenato
2 mesi fa

Errore del portiere a parte (ho giocato in tempi passati in quel ruolo e un portiere agile e reattivo avrebbe preso quella palla che non era troppo veloce, ma molti portieri lunghi come Milinkovic sono scarsamente agili), è vero che c’è un concorso di colpe dei tre citati dall’articolo. Se… Leggi il resto »

leftwing
leftwing
2 mesi fa
Reply to  toroscatenato

Concordo.

Wallace
2 mesi fa

L’errore più grave è di Vanja il Paracarro, il tiro non era forte, un piattone sul suo palo, andiamo, chiunque abbia giocato a calcio si aspetta che il portiere ci arrivi. Invece si sdraia come un bradipo, la palla gli passa sotto le mani, non raccontiamo balle

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
Reply to  Wallace

mmmmmmmmmmmmmm
Wallace
mmmmmmmmmmmmmmmm

Toro, l’attacco non decolla: peggio solo Empoli e Salernitana

Ben ritrovato Ilic: centrocampo in crescita con le prestazioni del serbo