Il nigeriano Ola Aina, chiamato dal ct per le qualificazioni alla Coppa d’Africa, è stato uno dei migliori a San Siro contro l’Inter

Due volte in campo per due infortuni di compagni (De Silvestri contro la Roma e Ansaldi contro l’Inter) ma un impatto per nulla timido quello di Ola Aina col campionato italiano e con il Toro. L’ex Chelsea, arrivato poco prima della chiusura del calciomercato estivo, ha saputo già ritagliarsi un po’ di spazio e mettersi in mostra, potendo contare sulla fiducia di Mazzarri. L’esterno di fascia tanto atteso, dopo il no di Peres e la lunga rincorsa ad un giocatore che potesse garantire al tecnico del Torino il totale utilizzo del suo 3-5-2, si è rivelato essere proprio Aina. Nonostante sia arrivato in granata più come scommessa o promessa che come certezza, il giocatore nigeriano sta cominciando ad entrare del tutto nei meccanismi della squadra granata, potendo così dare a Mazzarri la possibilità di avere una scelta in più sulle fasce.

Torino, Aina: la Nigeria lo ha convocato

Non solo San Siro, visto che Aina è stato autore come i compagni di un grande secondo tempo, risultato uno dei migliori in campo di Inter-Torino, ma anche la Nazionale. Il giocatore è infatti sceso in campo al Meazza sapendo già di essere stato convocato dalla Nigeria per le gare di qualificazione alla Coppa d’Africa. Aina è infatti tra i 24 giocatori chiamati per l’impegno in programma il 7 settembre prossimo contro le Seychelles.


13 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Mimmo75
Mimmo75
3 anni fa

Non lo conoscevo: complimenti Petrus.

die granata
die granata
3 anni fa

A gennaio se ansaldi e infortunato riprendiamo darmian…..magari

Bartolomeo Pestalozzi
Bartolomeo Pestalozzi
3 anni fa
Reply to  die granata

Non abbiamo bisogno di chi fa i passaggi indietro e non sa saltare l’uomo. Il gol si fa dalla parte opposta.

Gianluca
Gianluca
3 anni fa

Beh, avessimo preso Darmian e non Zaza, trattenendo Ljajic… saremmo più completi. De Silvestri quando gioca come ieri sera non si può vedere. La palla sembra un optional fra i suoi piedi, una sorta di flipper umano. Ha grinta e tantissima corsa, ci mette l’anima, ma contro l’Inter serve di… Leggi il resto »

Bartolomeo Pestalozzi
Bartolomeo Pestalozzi
3 anni fa
Reply to  Gianluca

Non sei/siete obiettivi perchè vi siete innamorati della faccia da bravo ragazzo e della sua serietà.

die granata
die granata
3 anni fa

Aina e ansaldi titolari fissi

Inter-Torino, i Top e Flop: Nkoulou non all’altezza, secondo tempo da incorniciare

Decisivo e indispensabile: Sirigu sfida Donnarumma per la porta della Nazionale