Il Torino aspetta Obi: l’obiettivo è tornare per Cagliari

43
Obi
CAMPO, 27.8.17, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, Serie A, TORINO-SASSUOLO, nella foto: Joel Obi esulta con Afriyie Acquah dopo gol 3-0

La lesione muscolare di Obi continua ad affliggere il centrocampista: il Torino auspica in un recupero dopo oltre un mese d’assenza, si punta il Cagliari

La storia clinica di Joel Obi, purtroppo, parla chiaro. Il centrocampista continua a subire inforutni muscolari gravi, che minano fortemente le certezze del giocatore, partito davvero molto bene quest’anno con il Torino. Non è la determinazione a mancare, no di certo. Ma per l’ex Inter e Parma, è evidente, questo sta diventando un calvario. La stima di Mihajlovic resta però molto alta, e l’allenatore spera di poter presto contare nuovamente anche su di lui, per cambiare qualcosa a un centrocampo in questo momento in crisi. Presto, sì. Ma quando? I tempi di recupero non sono brevi, purtroppo. E le previsioni stanno rispettando le attese.

Almeno un mese di stop” si diceva intorno al 12 settembre, quando a Obi era stata diagnostica la predetta lesione. Una tegola non da poco per il giocatore, che aveva cominciato la stagione con un piglio diverso, dimostrandosi da subito determinante. Il recupero non è vicino, ma nemmeno così lontano. Il giocatore sta infatti continuando a seguire una tabella di lavoro personalizzata, con l’intenzione di riuscire a tornare a disposizione in vista di Torino-Cagliari, in programma fra circa una decina di giorni. Questo, nella più ottimista delle ipotesi: perché se il tono muscolare si sta a poco a poco ritrovando, va pur detto che il rischio di ricadute è altissimo, e il Toro preferirebbe, nel caso, non rischiare. Niente recupero forzato, niente accelerate per quanto ci si trovi in fase di emergenza. Ma Obi ci prova. Ci prova lo stesso, con l’intenzione di essere determinante. Per un lasso di tempo decisamente maggiore.

43 Commenti

  1. La societa’ ha rovistato dal robivecchi per un decennio, mezzi rotti, rejetti, fuori rosa, guastafeste, malati etc etc alle volte si tira ancora qualcosa di buono, lo si lucida un poco e lo si rivende e si fanno buoni affari. Obi era uno di questi, rotto all’Inda che e’ riuscita a sbolognarcelo e noi con questo qui non siamo riusciti a togliere la ruggine, capita alle volte con vecchi circuiti elettronici, ti sembra che li hai riparati poi torna il difetto e impazzisci. Poi arriva uno e ti dice “ma butta via”
    Ho letto che questo ragazzo e’ impegnato nella sua nazione ed e’ bravo a spronare i giovani a fare bene, E’ una persona che sembra in gamba, mi spiace tanto per il suo problema.

  2. L’unico modo per poterlo usufruire al meglio sarebbe avere uno staff medico all’avanguardia, come succede nelle squadre NBA in america, dove attraverso dei parametri biometrici ti dia il periodo più probabile dove potrebbe infortunarsi e quindi lasciarlo fuori fino a quando gli stessi parametri non ritornino normali ! Ma per noi è fantascienza ! Quindi Obi è totalmente inaffidabile e inutile !

  3. Obi dovrebbe chiedere la pensione di accompagnamento… Non è mai stato disponibile per più di 3 settimane consecutive, di cui 2 senza giocare…. Ma petracchio è un grande! SOLO operazioni TOP!!! Il miglior DS del secolo, per merito del miglior presiniente di sempre! Colpa del mister, ovviamente.

  4. Scherzi a parte, umanamente mi dispiace per il ragazzo, perchè immagino come possa sentirsi con questi continui infortuni, che gli impediscono di rendere al meglio, nonostante ci metta impegno.. Dall’altra parte però purtroppo bisogna anche fare i conti con il proprio fisico.. Non tutti si nasce Javier Zanetti.

  5. Per me Obi ha frainteso. Qualcuno deve spiegargli che il famoso “quarto d’ora granata” non consiste nell’entrare e spaccarsi dopo 15 minuti… Per me il problema sta tutto lì. Iniziamo a parlargli della “zona Cesarini”, così forse un giorno riuscirà ad arrivaci per almeno 3 partite di fila..

  6. Ma prendete per il culo?
    Obi puntualmente se rientra con il Cagliari intorno al 20°minuto sarà sostituito per il solito strappo o stiramento muscolare e non ci vuol la sfera di cristallo per prevederlo, anche questo era un giocatore da cercare di cederlo e pensare che al contrario si cercava di cedere Acquah….