La lesione muscolare di Obi continua ad affliggere il centrocampista: il Torino auspica in un recupero dopo oltre un mese d’assenza, si punta il Cagliari

La storia clinica di Joel Obi, purtroppo, parla chiaro. Il centrocampista continua a subire inforutni muscolari gravi, che minano fortemente le certezze del giocatore, partito davvero molto bene quest’anno con il Torino. Non è la determinazione a mancare, no di certo. Ma per l’ex Inter e Parma, è evidente, questo sta diventando un calvario. La stima di Mihajlovic resta però molto alta, e l’allenatore spera di poter presto contare nuovamente anche su di lui, per cambiare qualcosa a un centrocampo in questo momento in crisi. Presto, sì. Ma quando? I tempi di recupero non sono brevi, purtroppo. E le previsioni stanno rispettando le attese.

Almeno un mese di stop” si diceva intorno al 12 settembre, quando a Obi era stata diagnostica la predetta lesione. Una tegola non da poco per il giocatore, che aveva cominciato la stagione con un piglio diverso, dimostrandosi da subito determinante. Il recupero non è vicino, ma nemmeno così lontano. Il giocatore sta infatti continuando a seguire una tabella di lavoro personalizzata, con l’intenzione di riuscire a tornare a disposizione in vista di Torino-Cagliari, in programma fra circa una decina di giorni. Questo, nella più ottimista delle ipotesi: perché se il tono muscolare si sta a poco a poco ritrovando, va pur detto che il rischio di ricadute è altissimo, e il Toro preferirebbe, nel caso, non rischiare. Niente recupero forzato, niente accelerate per quanto ci si trovi in fase di emergenza. Ma Obi ci prova. Ci prova lo stesso, con l’intenzione di essere determinante. Per un lasso di tempo decisamente maggiore.


43 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Hic sunt leones 1961
Hic sunt leones 1961
4 anni fa

La societa’ ha rovistato dal robivecchi per un decennio, mezzi rotti, rejetti, fuori rosa, guastafeste, malati etc etc alle volte si tira ancora qualcosa di buono, lo si lucida un poco e lo si rivende e si fanno buoni affari. Obi era uno di questi, rotto all’Inda che e’ riuscita… Leggi il resto »

mas63simo
mas63simo
4 anni fa

L’unico modo per poterlo usufruire al meglio sarebbe avere uno staff medico all’avanguardia, come succede nelle squadre NBA in america, dove attraverso dei parametri biometrici ti dia il periodo più probabile dove potrebbe infortunarsi e quindi lasciarlo fuori fino a quando gli stessi parametri non ritornino normali ! Ma per… Leggi il resto »

Roberto DS'63
Roberto DS'63
4 anni fa
Reply to  mas63simo

Penso che per Obi ci vorrebbe uno staff con a capo Padre Pio…..

leonardo (poppi1)
leonardo (poppi1)
4 anni fa

RAGAZZI DELLA PRIMAVERA NON MOLLATE!!!

Allarme difesa: gli errori individuali condannano il Toro

Torino, terapie per Lyanco: ancora tanti infortunati