Andrea Belotti, autore del gol del momentaneo pareggio granata contro l’Atalanta, ha cambiato l’inerzia del match

Motori caldi per il Torino di Juric, che dal punto di vista della prestazione ha impattato al meglio l’esordio contro l’Atalanta. La Dea Bendata ha però fatto sì che i granata pagassero fino all’ultimo errore, consegnando i tre punti a meno di due minuti dalla fine ai nerazzurri. Quanto visto al Grande Torino non è tutto da buttare. Se restano molti gli aspetti da limare e su cui lavorare, c’è però qualche passo in avanti di cui tenere conto. E tra questi non può di certo mancare il grande impatto che Belotti ha avuto sulla squadra. Acclamato dal pubblico, ha dato ancora una volta prova di essere in grado di cambiare l’inerzia del match da solo, fattore non passato inosservato.

Belotti, elogi e rispetto da parte dei compagni

A sottolineare l’incisività del Gallo, ci ha pensato Karol Linetty: “Belotti l’ho visto bene. Oggi ha dimostrato di essere un grande attaccante“. Parole al miele quelle spese dal centrocampista polacco nei confronti del proprio capitano che esternano un senso di grande rispetto. Lo stesso che proprio il neocampione d’Europa ha mostrato nei confronti di Rolando Mandragora, lasciandogli la fascia da capitano. Quella reciprocità, spesso assente anche tra compagni di squadra, ha evidenziato la semplicità che caratterizza da sempre il modus operandi del Gallo. E se per molti, rifiutare di indossare quel lembo di tessuto che nasconde un significato così importante, può essere sintomo di distacco, la voglia e l’atteggiamento messi dopo in campo, hanno dimostrato esattamente il contrario.

Toro, certe cose non cambiano mai, un po’ come Belotti ed il senso del gol

I cori del pubblico prima, gli elogi di Linetty poi. Il tutto a rimarcare ancora una volta l’importanza del numero 9 granata non solo sul fronte offensivo. I rumors di mercato e gli screzi sul contratto con la società, non cambiano ciò che il Gallo simboleggia per il club e ciò che può dare. Ancora una volta è stato il campo a parlare per lui: varcato al 20′ della ripresa, lo ha reso subito suo. Gli sono infatti bastati solo quattordici minuti per metterci la firma e tornare a far sognare i suoi. Ed anche se alla fine non è bastato a portare a casa almeno il pareggio, è statocomunque sufficiente a risollevare il morale dopo due stagioni disastrose. E per i più, a rimandare di qualche tempo l’eventuale cessione.

Andrea Belotti
Andrea Belotti
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 22-08-2021


11 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ardi06
ardi06
1 mese fa

L’ultima cosa rimasta Granata, dopo anni di prese in giro da parte della società, dopo che la squadra si è ulteriormente indebolita, dopo due mesi di articoli e commenti acidi su di lui, mezzo rotto e fuori forma, segna, ovviamente facendo tutto da solo senza assist, fa quasi espellere Musso… Leggi il resto »

Francesco 71 (rondinella)
Francesco 71 (rondinella)
1 mese fa
Reply to  ardi06

Come darti torto…

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
1 mese fa

Belotti svogliato, Belotti che si è già venduto,Belotti che ha già un accordo con altri. E altre caxxate stellari tipo questa Io anche ieri sera ho visto un Belotti ancori non in forma, perchè era chiaro che non era in forma, però 1/2 Gallo fa già paura agli avversari Vede… Leggi il resto »

ardi06
ardi06
1 mese fa

Amen

Francesco 71 (rondinella)
Francesco 71 (rondinella)
1 mese fa

Almeno su Belotti sono d’accordo con te. Poi qualche momento di scaxxo gli potrebbe anche venire, ma sarebbe ampiamente giustificato. Deve sopportare cairo, la cairese, compagni troppo spesso inadeguati e perfino tifosi che hanno il coraggio di contestarlo e criticarlo.

fringomax
fringomax
1 mese fa

la giusta risposta a chi ha nutrito anche il benché minimo dubbio su Andrea

La rassegna stampa di oggi, 22 agosto 2021

La difesa traballa: la priorità di Juric è blindarla