L’analisi dei numeri di Belotti: il Gallo ha segnato (in media) la metà e fatto un terzo degli assist nel girone di ritorno. Ora serve lo sprint salvezza

Su azione, Andrea Belotti non segna dal 29 gennaio scorso. Si giocava Torino-Fiorentina, la seconda partita con Davide Nicola in panchina e il Gallo trovò la rete spingendo in porta un assist di Verdi e permettendo ai suoi di agguantare il pareggio nei minuti finali. La settimana dopo sarebbe arrivato il gol in casa dell’Atalanta, in ribattuta dopo un calcio di rigore sbagliato. Poi più nulla fino al 10 aprile, al penalty vincente – e senza intoppi – di Udine. Il capitano del Toro ha messo a segno tre gol e un assist nelle quattordici partite fin qui giocate dai granata nel girone di ritorno. In quello di andata segnò nove reti e portò a termine sei assist. La differenza c’è, anche a guardare i dati medi: il Gallo, contando solo le partite in cui è stato a disposizione, ha segnato nel ritorno ad un ritmo inferiore della metà rispetto a quello tenuto all’andata (0,25 gol a partita contro 0,5). Insomma, il calo è nei numeri. Ma anche nelle prestazioni, non ultima quella contro il Napoli: poche iniziative, un solo tiro verso Meret, nessuna vera occasione.

Tutti i dati del calo di Belotti

Nelle partite d’andata, il Gallo segnava a cadenza regolare. Ma si era messo in mostra anche come uomo-assist (ne scrivemmo dopo la vittoria sul Parma, un girone fa). Registrava in media 1,5 tiri a partita e 1,3 occasioni da gol. E finalizzava al massimo: secondo l’analisi dei fattori statistici delle opportunità create (posizione in campo, tipo di assist, tipo di tiro, eccetera) Belotti avrebbe dovuto segnare tra i sei e i sette gol (gli xG, Expected Goals, del grafico). Nella realtà ne ha fatti nove.

Fonte: elaborazione Toro.it su dati della Lega Serie A

Poi, qualcosa è cambiato. Il capitano ha vissuto una battaglia non lunga ma faticosa contro il coronavirus, che lo ha tenuto lontano dal Filadelfia per alcuni giorni. Ha saltato la trasferta di Crotone ed è tornato, giocando solo un minuto, contro l’Inter, il 14 marzo. Questo è un punto cruciale, per spiegare il calo dell’attaccante. Che è emerso meno, nel contesto granata. Ma per fortuna sua e della squadra ha trovato in Sanabria un partner d’attacco da cinque gol in nove partite. Sia chiaro, non si vuole qui sminuire l’apporto sempre prezioso del Gallo ma solo dare conto di una flessione. Nonostante ciò, vedere gesti tecnici come l’assist che ha offerto a Rincon per chiudere sul 3-1 la partita contro la Roma ancora scalda i cuori dei tifosi granata.

Fonte: elaborazione Toro.it su dati della Lega Serie A

Il Gallo è meno concreto: ecco perché

Ad ogni modo, Belotti è meno concreto, analizzando i dati. Se nel girone d’andata il Gallo riusciva a tramutare in rete occasioni poco nitide, spesso creandosi in solitaria la palla gol o sfruttando anche gli assist più imprecisi, questo non gli è più riuscito nel girone di ritorno. E lo si capisce guardando il dato degli Expected Goals per novanta minuti (xG nel grafico): nelle prime 19 partite è stato di 0,37 (a fronte di 0,5 gol reali a partita), nelle successive 14 di 0,51 (a fronte di 0,25 gol reali a partita). Cosa vuol dire? Che adesso è meno bravo a capitalizzare le occasioni. All’andata finalizzava il 35% in più rispetto a quanto creato, nel ritorno il 51% in meno. Per fortuna, di nuovo, il Toro di Nicola ha trovato altre armi per produrre gioco. Ma per arrivare presto alla salvezza avrà bisogno anche del miglior Gallo: anche a lui serve un ultimo sprint.

Fonte: elaborazione Toro.it su dati Understat
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 28-04-2021


15 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ardi06
ardi06
5 mesi fa

Vorrei vedere lukaku o altri big a far gol sfornare assist e portare la croce in una squadra come questa. Rimane comunque quinto Belotti per percentuale di gol fatti per occasione

Troposfera Granata
Troposfera Granata
5 mesi fa

Stanco e demotivato il Gallo, ma ci servirebbero ancora 2-3 gol suoi per il bene nostro e per la sua futura carriera.

odix77
odix77
5 mesi fa

mah non mi sembra cosi demotivato in campo sinceramente .. a livello di garra è sempre sul pezzo fino all’ultimo…. il problema è che prova a fare cose che non sono nelle sue corde tipo dribblare per esempio…. o calciare le punizioni….

Trapano
Trapano
5 mesi fa

Ciclo finito, fine delle trasmissioni, grazie di tutto Andrea

10genà
10genà
5 mesi fa
Reply to  Trapano

amen

Torino, ora anche Nicola mette in discussione Nkoulou

Sirigu, il ritorno e l’intesa con Nicola: ha evitato una goleada