Nell’ultimo mese dell’anno i granata affronteranno squadre molto ostiche che sicuramente venderanno cara la pelle

Fino ad oggi la stagione del Toro ha avuto diversi alti e bassi. La squadra guidata da Ivan Juric ha anche dovuto far fronte a diversi problemi e difficoltà, come il brutto infortunio che ha colpito un giocatore come Perr Schuurs, giusto per fare un esempio. Però questi ostacoli non devono costituire un alibi per quando i risultati sono venuti a mancare. Adesso i granata non devono pensare al passato ma solamente al presente e al futuro. I granata nel mese di dicembre non potranno sbagliare niente. Nell’ultimo mese del 2023 Rodriguez e compagni dovranno dimostrare se potranno lottare per l’Europa, oppure no. Per il Toro non sarà semplice perché a dicembre dovranno affrontare diverse squadre ostiche che per motivazioni diverse venderanno cara la pelle. Gli uomini di Juric dovranno farsi trovare pronti e quello che è certo è che dovranno assolutamente migliorare è la loro efficacia sotto porta dato che in questi mesi hanno dimostrato grande fatica a segnare. Basti pensare che Duvan Zapata fin qui ha segnato solamente un gol, così come Antonio Sanabria, mentre Pietro Pellegri è ancora a quota zero.

Torino, il 2023 si chiude contro la Fiorentina fuori casa

Per i granata il mese di dicembre si apre con la sfida interna di questa sera contro l’Atalanta. A seguire la gara fuori casa contro il Frosinone, la squadra che ha eliminato il Toro dalla Coppa Italia. Di conseguenza i granata nella sfida contro i ciociari cercheranno senza alcuna ombra di dubbio vendetta. Poi due sfide tra le mura amiche dello stadio Olimpico Grande Torino contro l’Empoli e Udinese. Due squadre che, nonostante in rosa vantino diversi giocatori di qualità, navigano nelle zone basse della classifica e che quindi contro la squadra di Juric andranno a caccia di punti salvezza. Infine, il 2023 del Toro terminerà il 29 dicembre a Firenze quando Rodriguez e compagni affronteranno la Fiorentina in un campo dove i granata hanno sempre fatto molta fatica a conquistare un risultato positivo.

Il primo step si chiama Atalanta

Però un passo alla volta. Adesso gli uomini di Juric sono focalizzati solamente sulla partita contro l’Atalanta. Un match dove andranno a caccia di un riscatto dopo la brutta sconfitta rimediata contro il Bologna. Una sfida dove il tecnico del Toro cercherà di fare uno sgambetto al suo “maestro” Gian Piero Gasperini, contro il quale il tecnico croato è riuscito a vincere soltanto una volta. Iniziare dicembre con il piede giusto sarebbe non importante, di più.

Ivan Juric
Ivan Juric
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 04-12-2023


8 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)

E’ “strano, stranissimo”, ma per il tordo del sito (0.3oasis, 0.3solo il, e gli ex 0.3ebasta e 0.3eddy…) e per 0.3madde non si salva nessuno Uno a uno, li bocciano tutti quelli del Toro! Giocatori, dirigenti, addetti alle zolle, ecc ecc Zerotreini DOC!!!! La vera provocazione sono gli zerotreini che, come… Leggi il resto »

oasis torino
2 mesi fa

Cruciale per cosa? quale sarebbe l’obiettivo?

madde71
madde71
2 mesi fa
Reply to  oasis torino

chiedi troppo,insensibile,hai una vela al posto del cuore

oasis torino
2 mesi fa
Reply to  madde71

Una vela del Filadelfia?

Palomino e il trofodermin
Palomino e il trofodermin
2 mesi fa

Se no si danno una sveglia prendiamo schiaffi a destra e a manca

“Sei la mia vita”: lo striscione della Maratona al Fila

Juric conferma: fiducia in Gemello ma gioca Vanja