Tra Torino e Inghilterra, quanti precedenti: dalla sfida con l’Arsenal alla prima contro il West Auckland. E quella rissa a Loftus Road…

La puoi raccontare, la Storia, con la certezza che non ti lascerà mai solo. E così il calcio dei pionieri, che della nostra storia è l’inizio, non poteva prescindere da mamma Inghilterra, che questa storia ha contribuito a diffonderla nel mondo. Anche a Torino che, assieme a Genova, è la prima patria del foot ball in Italia. Sì, perché se Liverpool-Toro di domani ad Anfield sarà un piacevole inedito di mezza estate, i rapporti tra il club granata e la terra d’oltremanica non si sono mai realmente spezzati. Gli annali ufficiali dicono 13 aprile 1909: è questa la data della prima amichevole del club granata contro una squadra inglese. Il West Auckland, per la precisione, che oggi naviga nelle acque poco battute, ma certamente entusiasmanti, della nona serie inglese. Finì 1-1, al Motovelodromo Umberto I: di Debernardi I la rete granata.

Torino, contro il Manchester City la prima in inghilterra

Tocca aspettare il 1961, ad ogni modo, per vedere le maglie granata correre in Inghilterra. L’occasione fu un’amichevole di prestigio a Maine Road, la casa del Manchester City, come il Toro, operaio antagonista di un rivale troppo vincente (lo United – nel caso dei citizens -, che i granata avevano incontrato al Filadelfia appena cinque mesi prima, uscendo sconfitti). Finì 4-3 per i padroni di casa: di Joe Baker, scouser di nascita ma scozzese d’adozione, le reti granata. Perché alla Storia, a volte, piace scherzare. Quattro anni dopo, il primo incrocio in cui davvero era in palio qualcosa: Leeds-Torino, Coppa delle Fiere 1965/1966, finì 2-1 ad Elland Road. Nel ritorno al Comunale, la truppa di Rocco non andò oltre lo 0-0, salutando la competizione.

Q.P.R.-Torino e quella rissa a Loftus Road

Le gare si accumulano, nei decenni successivi. Il 20 settembre 1971, il Torino calca un altro prestigioso stadio britannico, Loftus Road, casa del Q.P.R.. Un malinteso, si racconta, fatto sta che l’amichevole con i padroni di casa finì a botte: i granata avrebbero dovuto giocare contro il Tottenham per la Coppa Italo-Inglese di lì a pochi giorni e quello di Sheperd’s Bush sarebbe dovuto essere un semplice allenamento; gli inglesi fraintesero, giocarono con il coltello tra i denti e furono favoriti grandemente dall’arbitro del match (che, d’altronde, era il loro allenatore, a confermare la non ufficialità della sfida). Risultato: partita sospesa dopo un tempo per rissa.

Torino, il duello con l’Arsenal in Coppa delle Coppe

E’ quello con l’Arsenal, però, a rappresentare il Precedente per eccellenza delle gare in Inghilterra, per molti tifosi granata. Contro i Gunners si disputavano i quarti di finale di Coppa delle Coppe: al Delle Alpi, i granata di Mondonico impattarono per 0-0; il ritorno ad Highbury fu beffardo e vide i londinesi prevalere grazie alla rete di Tony Adams. in tempi più recenti sono da segnalare le amichevoli contro Barnsley, Hull City e Huddersfield. Ma ad Anfield sarà diverso. Ad Anfield ci si ritroverà faccia a faccia con la Storia. E allora non è vero che, in fin dei conti, è solo un’amichevole.


Torino, crash test Liverpool: per la difesa è la prova del nove

Firpo, Gibbs, Aina e il colpo a sorpresa: il Torino prepara l’arrivo del terzino