Il difensore ex Nantes dopo un lungo stop è tornato a scendere in campo nel match contro gli uomini guidati da Gasperini

Dopo la brutta sconfitta contro il Bologna il Toro, proprio pochi giorni dopo il suo compleanno, si è regalato una serata speciale nella quale è riuscito a battere un avversario ostico come l’Atalanta. A rendere speciale la serata non è stata solo la vittoria ottenuta da Rodriguez e compagni ma anche il ritorno al gol di Antonio Sanabria e Duvan Zapata e non solo. Bisogna evidenziare il ritorno in campo di Koffi Djidji, un giocatore che Ivan Juric ritiene fondamentale e con il quale ha instaurato un ottimo feeling. Non è un caso che il numero 26 granata da quando è arrivato il tecnico croato all’ombra della Mole abbia avuto una crescita esponenziale. Contro la Dea Djidji è entrato in campo al 91’ minuto al posto di Raoul Bellanova tra gli applausi dello stadio Olimpico Grande Torino, raccogliendo così la sua prima presenza in questo campionato dopo un lungo periodo di stop per infortunio che è stato prolungato a causa di due operazioni per pubalgia. Adesso è tutto alle spalle, Djidji è tornato e vuole dare una mano al Toro a lottare per obiettivi ambiziosi.

Djidji 100 presenze con addosso la maglia granata

Tra l’altro entrando in campo contro l’Atalanta Djidji ha raccolto la sua presenza numero 100 con addosso la maglia del Toro. Un traguardo molto importante che non poteva essere festeggiato con un risultato migliore. 100 presenze di cui 94 nel maggior campionato italiano e 6 in Coppa Italia. In queste 100 presenze con il club granata il difensore classe 1992 è riuscito anche a segnare 1 gol, quello realizzato il 30 ottobre 2022 contro il Milan nel match tra la squadra di Juric e i rossoneri terminato 2-1 per il Toro. Djidji spera di raccogliere tante presenze in granata e anche il suo allenatore e i suoi compagni sanno l’apporto che il giocatore ex Nantes può dare anche grazie alla sua ormai grande esperienza in Serie A.

Il franco-ivoriano: “Non sono ancora al top, ma sono sulla strada giusta”

Dopo la partita contro i nerazzurri Djidji ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla partita e anche sulla sua condizione fisica. Queste le sue parole: Una bella partita, tosta. Non abbiamo preso gol, quindi è stata una partita proprio giusta. Sono contento per i tifosi e per noi, era da tempo che volevamo vincere contro l’Atalanta. Ho lavorato tanto, non era facile. Non sono ancora al top, ma sono sulla strada giusta. Juric ha bisogno di me: mi ha detto di entrare e di fare il mio lavoro. Zapata è umile, ma ha esperienza. Così lavorerò forte in allenamento. In vista della prossima partita, prendiamo i gol e il fatto di essere stati cattivi nei duelli.” Dunque lo sguardo è già rivolto al Frosinone.

Koffi Djidji
Koffi Djidji
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 06-12-2023


4 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Scimmionelli
2 mesi fa

E’ incredibile che ci sia chi riesce a parlare male di Vanja anche sotto un articolo su Djidji e, per giunta, la settimana dopo che il portierone ha disputato la partita perfetta.
Comincio a capire perche’ certa gente voleva andare a scrivere su un altro sito, probabilmente http://www.vanja.bad

ToroRiverforever
ToroRiverforever
2 mesi fa

Ora Gigi dietro e Temeze in mezzo, cominciamo a mettere a posto qualcosa che siamo a metà campionato… Poi se mettessimo anche un portiere di ruolo sarebbe grasso che cola.

Troposfera Granata
2 mesi fa

Portiere che ha fatto almeno due ottimi interventi salvarisultato…

ToroRiverforever
ToroRiverforever
2 mesi fa

“Portiere”, che portiere non è, e questo lo sanno tutti ma proprio tutti, che ha fatto la prima o seconda partita NORMALE in tre anni, sembra che gli si debba fare una statua nel cortile del Fila. Meglio che si dedichi a qualcos’altro, o che vada a giocare da qualche… Leggi il resto »

L’agente di Zapata: “Oggi Duvan è felice, non è stato un periodo facile”

Juric e Vagnati smentiscono Cairo: sì, Radonjic è un caso