Torino, Djidji è pronto al rientro: il difensore può tornare a disposizione

di Veronica Guariso - 26 Febbraio 2019

Djidji dovrebbe tornare a disposizione in vista del Chievo Verona, dopo le cure per il problema al ginocchio che gli ha impegito di scendere in campo

Galeotto fu quell’infortunio rimediato contro l’Udinese per Djidji, che ha subito una lesione al menisco. Il giocatore ha infatti saltato il match con il Napoli e quello con l’Atalanta, sostituito da Moretti. Ora però potrebbe essere il momento del suo ritorno, con lo staff del Torino che ha lavorato per riuscire a rimetterlo in sesto senza dover ricorrere all’operazione. Potrebbe infatti essere a disposizione di Mazzarri già con il Chievo Verona, avversario che i granata affronteranno domenica alle 12.30 al Grande Torino. Il club necessita di ulteriore continuità per poter rimanere in lotta per l’Europa League e perciò, il ritorno del difensore è di vitale importanza dato il suo apporto alla fase difensiva dei granata, nonostante la grande disponibilità (e il rendimento) di Moretti.

Djidji, un girone di ritorno poco fortunato

Dopo un inizio di stagione trascorso in panchina, Djidji ha trovato spazio esordendo con l’Atalanta, per poi cominciare un filotto di partite giocate, da Bologna in avanti. Qualche guaio prima della sfida contro l’Empoli (non convocato), panchina con la Spal perché non al meglio, poi fuori contro Napoli ed Atalanta sempre per infortunio.

Il girone di ritorno non è andato secondo i piani, con il problema al ginocchio che lo ha stoppato temporaneamente. Mazzarri probabilmente potrà contare su di lui già da oggi, come detto in conferenza stampa pre-Atalanta: “Djidji ha avuto un trauma distorsivo al ginocchio, doveva probabilmente operarsi. Martedì dovrebbe essere a disposizione”, queste le parole del mister che ha confermato l’intenzione di evitargli l’operazione.

Djidji, Moretti può essere la chiave per un ulteriore miglioramento

In queste gare che hanno visto Djidji guardare i compagni a causa di un infortunio, Moretti ha sostituito il compagno senza farne sentire l’assenza. Il Torino è riuscito a prolungare la scia di giornate a reti inviolate, raggiungendo la quota di 5 match. Il numero 24 perciò ha dimostrato di avere ancora qualcosa da dare alla formazione granata, di cui ormai è uno dei maestri di spogliatoio.

Moretti, per dirla come Mazzarri, fa da chioccia ed è di grande esempio per i compagni di reparto. Compreso per Djidji che dopo un periodo iniziale di apprendistato ha saputo ritagliarsi il suo spazio. Ora freme per tornare protagonista.

più nuovi più vecchi
Notificami
rotor
Utente
rotor

Personalmente a queste terapie conservative ci credo poco,uno rischia di peggiorare la situazione prima di una operazione comunque inevitabile.

GranataDentro
Utente
GranataDentro

è la setssa cosa che ho pensato sempre io. Se poi fosse solo il menisco, le attuali tempistiche post intervento sono piuttosto rapide. Non varrebbe la pena forse? Però non sono un medico e nemmeno conosciamo la sua esatta diagnosi

gix
Utente
gix

speriamo sia così e che giocando non rischi un infortunio peggiore,il grande Moro ha 37 anni

GranataDentro
Utente
GranataDentro

Oh in assoluto hai ragioone da vendere! ma nello specifico che dire? Moretti sembra bionico. Al 94° sembra il meno provatto dei ragazzini!

gix
Utente
gix

vero 🙂