Prima Pjaca, Praet e Verdi, adesso anche Brekalo: il Torino è sempre in emergenza sulla trequarti. E Juric non trova continuità

Tra una distrazione e l’altra, il Torino è sempre in emergenza. Soprattutto sulla trequarti, là dove gli scatti e la brillantezza sono armi imprescindibili e dunque dove il fisico è sottoposto agli sforzi più stressanti. Ivan Juric ha perso anche Josip Brekalo, prima della Sampdoria: il croato si è fermato per un problema al polpaccio – distrazione del soleo – e tornerà solo dopo la sosta. Ma il 14 non è il primo dei trequartisti a fermarsi per un problema muscolare. Tutt’altro. Dall’infermeria sono già passati quasi tutti gli altri: Pjaca (che non recupererà per lo Spezia), Praet e anche Verdi.

L’elenco degli infortuni ai trequartisti

Praet è tornato a pieno regime solo da tre partite, dopo la distrazione – rieccola – al bicipite femorale che lo aveva tenuto fuori quasi un mese. Per Verdi l’infortunio era stato ancor più grave, visto che sempre al bicipite femorale il 24 si era procurato una lesione di primo grado. Tutto a posto adesso, ma intanto Juric lo ha perso per tutto il mese di ottobre o quasi, visto che è rientrato solo per la Sampdoria. E Pjaca? L’11, che è purtroppo avvezzo agli infortuni, è ancora ai box: prima si parlava di distrazione, dopo la Lazio, poi la diagnosi si è aggravata in lesione. E così rientrerà forse per l’Udinese, non prima.

Juric, trequarti mai al completo (e non è una bella notizia)

Fuori uno, fuori l’altro, rientra uno, rientra l’altro. Alla fine Juric non ha mai avuto la trequarti al completo. E ha dovuto scegliere chi mandare in campo quasi sempre per necessità. Tra i rimpianti del tecnico c’è quella partita contro il Sassuolo, a Reggio Emilia: lì alternò Praet con Linetty e Brekalo con Pjaca. Gli piacerebbe fare lo stesso in ogni sfida. Eppure, da allora, vive in perenne emergenza.

Praet e Brekalo
Praet e Brekalo
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 03-11-2021


6 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Cup
Cup (@cup)
1 mese fa

Per Pjaca i problemi sono una costante, per gli altri invece dovrebbe trattarsi di una circostanza occasionale, almeno spero, perché hanno qualità e voglia di giocare, soprattutto da Brekalo e Praet. Su Brekalo, all’inizio, ho letto che qualcuno lo pensava più forte…. personalmente non mi sembra inferiore a un Cerci… Leggi il resto »

odix77
odix77 (@odix77)
1 mese fa
Reply to  Cup

concordo sugli infortuni… su Brekalo io per esempio fin dall’inizio lo trovavo troppo “timido” per il ruolo che ha.. la palla nei suoi piedi è in cassaforte ma spesso torna indietro e passa in orizzontale….manca la giocata da trequartista quella che ti mette la tua punta in porta, praet le… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo) (@foreverg)
1 mese fa
Reply to  Cup

Brekalo ha 23 anni, quindi possibili margini importanti Anche secondo me dovrebbe osare di più in certi casi, ma è già stato decisivo. Cerci, o meglio, il Cerci che ha giocato nel Toro però, per ora, era altra cosa Decisamente piu determinante Però era giocatore maturo. Andrebbe paragoinato con il… Leggi il resto »

Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE) (@vanni)
1 mese fa
Reply to  Cup

E io credo Aina non inferiore a Roberto Carlos. Si deve impegnare solo un po di più sulle punizioni.

tric
tric (@tarcisio-ricca)
1 mese fa

E provare ad intervistare il fisioterapista di Ronaldo? E’ inossidabile: no ricordo un suo problema muscolare e adesso che non è più gobbo posso tornare ad ammirarlo…. 🙂

Troposfera Granata
Troposfera Granata (@carbonaro-doc)
1 mese fa

E’ il primo anno, per quasi tutti, con una preparazione fisica intensa. Ci sta che molti non siano abituati e che il fisico li tradisca. Io sono convinto che dal prossimo anno ci saranno meno infortuni di questo tipo, anche grazie a qualche entrata/uscita nel calciomercato.

Torino, prove senza Brekalo: si candida anche Verdi

Nazionale, Belotti convocato? Juric dice no, ma Mancini ci pensa