Dopo il nuovo stop rimediato contro il Sassuolo Ricardo Rodriguez si sottoporrà agli esami strumentali di rito

Torino in ansia per Ricardo Rodriguez. Il difensore svizzero si è fermato col Sassuolo nel corso del primo tempo della gara contro il Sassuolo, accasciandosi a terra e chiedendo il cambio. Per l’ex Milan si tratta del secondo stop in poco meno di una settimana. Nel match precedente contro la Salernitana era stato infatti costretto ad abbandonare il campo per un fastidio muscolare. Gli esami a cui si era sottoposto avevano poi scongiurato qualsiasi tipo di problema e Rodriguez è tornato prontamente in campo contro i neroverdi. È evidente però che le sue condizioni non fossero ottimali ed ecco che è arrivato un nuovo stop. Dopo 20′ minuti ha chiesto il cambio e Juric lo ha sostituito inserendo al suo posto Masina.

Juric spera che non sia nulla di serio

Lo stop di Rodriguez è solo l’ultimo di una serie di problemi che da inizio stagione attanagliano la difesa. Da Schuurs a Buongiorno è infinita la lista degli infortuni che hanno colpito il reparto arretrato. L’allenatore croato è stato spesso costretto a trovare soluzioni alternative, come l’impiego di Tameze e Vojvoda da braccetti. Altre volte Juric ha schierato Sazonov da titolare, che ha dimostrato di essere ancora acerbo per la Serie A. A gennaio la società è intervenuta sul mercato e ha preso Lovato, che al Mapei ha deluso. Insomma, dietro non tira un’aria pulitissima. Ecco perché il tecnico spera che l’infortunio di Rodriguez non sia serio: in caso contrario la difesa sarebbe praticamente da inventare da zero. Lo svizzero si sottoporrà a controlli più approfonditi, nel mentre Juric tiene le dita incrociate.

Ivan Juric, head coach of Torino FC, looks on prior to the Serie A football match between Torino FC and Udinese Calcio.
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 12-02-2024


20 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
aletoro75
aletoro75
16 giorni fa

Si può dire ca**ata colossale?
Si giocava col peggior Sassuolo degli ultimi 10 anni senza quel simpaticone, ma forte, di Berardi.
Rodriguez doveva riposare senza se e senza ma.

James 75
James 75
16 giorni fa
Reply to  aletoro75

Avessimo noi Berardi

aletoro75
aletoro75
15 giorni fa
Reply to  James 75

Come carattere e atteggiamento in campo è quanto di più simile ci sia a qualunque gobbo però che tecnica, tanta roba

James 75
James 75
15 giorni fa
Reply to  aletoro75

Parlavo solo di tecnica, evidentemente se è ancora al Sassuolo non è per il suo prezzo ma per altro che noi non sappiamo, però è il suo ambiente, ne vorrei un paio così uno a destra e uno a sinistra, l’europa sarebbe MOLTO MA MOLTO PIÙ FACILE

leftwing
leftwing
15 giorni fa
Reply to  James 75

E lo sai perché? Sì che lo sai. Perché la maggior parte delle buone squadre europee gioca così. Cioé GIOCA AL CALCIO.

Sangueblu
15 giorni fa
Reply to  leftwing

Ho fatto una cosa molto semplice questo week end, cosa che avevo già fatto mesi fa ed ho vuluto rifare: ho guardato il modulo/formazione delle prime 4 squadre in classifica dei cinque maggiori campionati europei Inghilterra, Spagna, Italia, Germania, Francia: a parte Inter, Juve e Bayer Leverkusen (che però a… Leggi il resto »

leftwing
leftwing
15 giorni fa
Reply to  Sangueblu

Che ne dici? Grazie per la breve ma illuminante rassegna.

leftwing
leftwing
15 giorni fa
Reply to  leftwing

Aggiungo sommessamente che a parer mio il 343 è MOLTO diverso dal 352. Intendo come schieramento di partenza e per i movimenti in campo. Ciao nobiluomo.

Sangueblu
15 giorni fa
Reply to  leftwing

Dico che nel calcio attuale avere un difensore in meno e un esterno alto in più è fondamentale se uno vuole provare a giocare in un modo offensivo e propositivo, mettiamoci anche più divertente. Ho dimenticato anche l’Atletico Madrid che gioca con un 3-5-2 ma quest’anno hanno cambiato completamente stile… Leggi il resto »

aletoro75
aletoro75
15 giorni fa
Reply to  Sangueblu

Hai detto tutto perfettamente.

Moduli a parte ho visto gli highlights del Bayer Leverkusen di Xabi Alonso che ha dato un 3 a 0 secco (perfino stretto) al Bayern Monaco, uno spettacolo di gioco.

Sangueblu
15 giorni fa
Reply to  aletoro75

Il Bayer Leverkusen quest’anno è uno spettacolo di squadra! Spero vincano il campionato, e Xabi Alonso prenderà il posto di Kloop al Liverpool.

James 75
James 75
15 giorni fa
Reply to  leftwing

Amico mio che poi è un gioco così semplice, come diceva il grande Carletto Mazzone, come lo desideravo allenatore del TORO, se uno è terzino destro fa il terzino destro, se uno è attaccate fa l’attaccante, oggi gli allenatori Millennium inventano,CA&&O inventi, dai l’idea di gioco, ti fai prendere i… Leggi il resto »

leftwing
leftwing
15 giorni fa
Reply to  James 75

Ciao James. Berardi no, ma mi sembra di ricordare che fossimo vicini a Orsolini. Poi non se ne fece nulla. Perché, domando io? Troppe pretese? Qualche veto, o altro? Sinceramente non lo so. E mi piacerebbe saperlo.

James 75
James 75
15 giorni fa
Reply to  leftwing

Molto vicini ad Orsolini, mancava poco, magari, no per Berardi intendevo che anche se ha la testa un po’ di ca##o lo vorrei tutta la vita al Toro

leftwing
leftwing
15 giorni fa
Reply to  James 75

Certissimamente!

James 75
James 75
15 giorni fa
Reply to  aletoro75

Anche perché Masina in 110 minuti contro Salernitana e Sassuolo ha fatto più che bene

aletoro75
aletoro75
15 giorni fa
Reply to  James 75

Vero, Masina non è mai stato una pippa, magari non un fenomeno ma uno di quelli dabuon rendimento senza eccellere. L’unico punto interrogativo, a questo punto superato, era la condizione fisica.

leftwing
leftwing
15 giorni fa
Reply to  aletoro75

Berardi è fortone. Senza di lui l’attacco del Sassuolo perde moltissimo. Rodriguez doveva riposare. Chi è il preparatore atletico di questa squadra?

aletoro75
aletoro75
15 giorni fa
Reply to  leftwing

Leone il cane fifone.
Sempre a pensare di prendere un gol in meno piuttosto che cercare di farne uno in più.

leftwing
leftwing
15 giorni fa
Reply to  aletoro75

Ecco.

Torino, che crescita per Bellanova: ora è insostituibile

Cairo: “Serie A a 18 squadre? No. Juve, Inter e Milan volevano la Superleghina”