Torino-Inter 0-3, i top e flop: difesa da incubo e contestazione

Difesa da incubo e contestazione: Toro, è (quasi) tutto un flop

di Francesco Vittonetto - 24 Novembre 2019

I Top e Flop di Torino-Inter 0-3 / I granata non iniziano male ma poi crollano: Izzo-Nkoulou-Bremer calano a picco. E lo stadio contesta

La notte di Torino-Inter volume 2019/2020 è a specchio rispetto alla versione precedente, quella della passata stagione: invertita nel risultato (non nel punteggio) e nelle conseguenze. Allora Izzo lanciò i granata in piena corsa Europa, deprimendo ulteriormente i nerazzurri di Spalletti, ieri invece Lautaro e Lukaku – più De Vrij – hanno messo a nudo tutte le difficoltà di un pallido Toro, per contro dando possibilità ai meneghini di restare a un’incollatura dalla prima piazza. La truppa di Mazzarri affonda anche (e soprattutto) per gli orrori della sua fase difensiva – quanto è lontana, di nuovo, la prova compatta di quel 27 gennaio 2019 – e solo a sprazzi mostra accenni di reazione.

Torino-Inter 0-3: i top

Macchie di Toro. L’avvio di gara, il finale di primo tempo: il Torino mostra qualcosa di sé solo per scampoli di partita. Non parte male, salvo poi subire il primo gol in circostanze incredibili, poi prova a metterci coraggio, ma per poco tempo e con poca fortuna. Qualcosa di più si doveva fare.

Torino-Inter 0-3: i flop

Difesa da incubo. Izzo, Nkoulou, Bremer, ma non solo. Per colpe della linea e di tutta la squadra la fase difensiva del Toro fa imbestialire Mazzarri. I tre gol sono regali, la rabbiosa organizzazione della passata stagione è ormai un elemento di nostalgia per tifosi e addetti ai lavori.

Gallo, un’assenza che pesa troppo. L’uscita di Belotti dopo poco più di dieci minuti (per infortunio) è un macigno che abbatte ogni idea granata. Zaza non dà peso, l’area di rigore è spesso desolatamente vuota. Senza il suo capitano, la squadra dimostra di avere poche alternative di gioco valide.

Entusiasmo azzerato. Clima di contestazione, ma anche di desolazione. La carica dell’ambiente si è azzerata. Più di una crepa rende instabile quel “corpo unico” che squadra e tifosi avevano creato durante la cavalcata europea. Tutto è più difficile, così.

più nuovi più vecchi
Notificami
T
Utente
T

La “cavalcata europea”???

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

La leggendaria disfida di Moccagatta.

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

Sulla gestione complessiva della società appare superfluo evidenziare ulteriori responsabilità se non per sputtanāre, ancor di più, le perpetue cairote. Per quanto attiene all’aspetto tecnico è altrettanto palese quali sono, non da oggi, i grandissimi limiti di un allenatore incapace di gestire un numero di giocatori superiore a 16, che… Leggi il resto »

Cup
Utente
Cup

Si poteva spendere uguale ma meglio, cedendo anche qualche inutile esubero e avremmo non solo fatto una stagione migliore ma continuato un percorso di crescita mentre questa brusca interruzione ci farà tornare indietro di anni perchè l’anno prossimo con i big o pseudo-tali che se ne andranno si dovrà pensare… Leggi il resto »

Sergio (Plasticone69)
Utente
Sergio (Plasticone69)

Come minimo ci vuole un miracolo oltre a un lustro