In estate aveva manifestato la necessità di acquisti senza i quali mantenere il suo modulo sarebbe stato molto più difficile

Nemmeno il lungo elenco di assenze scuote Juric, non lo allontana un attimo da quelle che sono le sue convinzioni, in termini di idee di gioco. Ed è il motivo per cui con fermezza, nella conferenza di presentazione del match di oggi contro l’Empoli, l’allenatore del Torino ha confermato che il suo modulo ed il modo i giocare non cambieranno mai. Una filosofia ben precisa che va nella stessa direzione, per citare un esempio, di Gasperini, del quale il croato si sente un fiero allievo. “Infortuni che possono cambiare il modulo? Mai“.

Juric, i suoi pezzi del puzzle sono interscambiabili

“Al posto di Djidji ci sono Zima e Izzo, al posto di Belotti c’è Sanabria. Non ci sono problemi”, queste le parole del croato in vista dell’Empoli. Se il club toscano arriva con un solo assente, lo stesso non si può dire dei granata, mai al completo da inizio stagione. Gli interpreti quindi possono anche cambiare, ma non il modus operandi, riconfermato partita dopo partita. La sua efficacia resta quindi la stessa. Ed ecco spiegato (anche) il perché quelle due conferenze di fuoco a pochi giorni dal gong: senza gli arrivi dell’ultimo giorno di mercato per Juric mantenere il suo credo tattico sarebbe stato più complicato. Come successo l’anno precedente a Giampaolo.

Toro, con Giampaolo l’epilogo opposto: modulo rinnegato ed esonero

Un epilogo diverso aveva invece caratterizzato proprio l’era dell’ormai ex tecnico granata. Sostenitore del 4-3-1-2, l’allenatore ha infatti dovuto mettere da parte le proprie idee e riadattarle agli interpreti a disposizione. L’assenza di profili puri in certi settori di campo lo ha costretto a rideinire le proprie idee, complice lo scarso intervento sul fronte acquisti. Ed alla fine, nemmeno questa soluzione (col ritorno alla difesa a tre) ha funzionato.

Juric e Cairo
Juric e Cairo
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 02-12-2021


4 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ardi06
ardi06(@ardi06)
1 mese fa

Comunque il Bologna ha battuto la roma con un occasione e poco più, mentre i giallorossi hanno avuto otto occasioni nitide per segnare e zero gol, contro di noi un paio di occasioni e un gol. Non è che ci dica proprio bene, abbiamo il grosso problema di segnare poco,… Leggi il resto »

rokko110768
rokko110768(@rokko110768)
1 mese fa

Sembra un apparente integralismo quello di Juric, in realtà ha giocato 3421 con Linetty che ha fatto molto lavoro di raccordo tra attacco e mediana, come nelle sue caratteristiche peraltro. Lo stesso Ventura al tempo giocava con un 352 che spesso diventava un 343 con Cerci largo a destra, Immobile… Leggi il resto »

Mario Marino
Mario Marino(@mario-marino)
1 mese fa

Se per schema di gioco si intende pressing alto, rapidità negli scambi, centrocampisti che si inseriscono in attacco ed esterni mobili, allora è vero che Juric non cambia, ma se andiamo a considerare il modulo le cose sonpo diverse. Juric è passato più di una volta, a partita in corso,… Leggi il resto »

Torino-Empoli, granata con il lutto al braccio per Stefano Borla: aperta una raccolta fondi

Toro, Juric conferma il rientro tardivo di Mandragora: “Prosegue il suo percorso”