Dopo i vari predecessori, Lukic ha conquistato anche Juric: tra Coppa Italia e campionato, finora ha sempre giocato titolare

Le rivoluzioni non sono mai facili da affrontare, soprattutto se costituiscono un cambiamento importante sul fronte tecnico e tattico. Ivan Juric è però riuscito a trovare la chiave giusta per creare un’amalgama efficace tra la vecchia guardia ed i nuovi arrivi. Sperimentando partita dopo partita, è arrivata la formula convincente, ancora in fase di assestamento ma con una base consolidata. Tra i capisaldi c’è anche Lukic. Il classe ’96 ha conquistato anche il tecnico croato, che non ha perso occasione di schierarlo titolare.

Torino, per Lukic crescita esponenziale

Arrivato nel 2016 alla corte di Mihajlovic, Lukic ha sviluppato doti che non sono passate inosservate. I granata dopo la prima stagione, lo hanno affidato al Levante per una stagione in modo da assicurargli il giusto spazio e colmare almeno in parte il margine di crescita esternato. L’esperienza in Spagna è stata provvidenziale per farlo diventare il giocatore che è oggi. Dopo il Sergente di Ferro, Lukic ha infatti conquistato in successione Mazzarri, Longo, Giampaolo, Nicola e Juric. Un fattore non da poco, data la propensione del club ai cambiamenti, soprattutto nelle ultime stagioni.

Lukic, l’intelligenza tattica sviluppata nel tempo ha convinto Juric

Intelligenza tattica in fase di possesso e non e buona lettura di gioco: queste le caratteristiche più preziose del centrocampista serbo. Sviluppate nel tempo, lo hanno reso uno dei giocatori che più hanno colpito il tecnico croato. Juric ha infatti deciso di non privarsene in nessuna delle precedenti partite. Lo ha infatti schierato titolare dalla Coppa Italia in poi ed il premio più grande è arrivato con la Salernitana. Dopo l’assist realizzato contro la Fiorentina, ha invece trovato il gol contro gli altri granata di Serie A. Non sempre impeccabile è comunque riuscire a farsi trovare spesso pronto ed è bastato all’allenatore ex Verona. Si prospetta una stagione importante per lui.

Sasa Lukic e Giorgos Kyriakopoulos in Sassuolo-Torino 0-1, serie A 2021/2022

4 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ardi06
ardi06
1 mese fa

A me non è che mi abbia proprio conquistato. Dovesse avere mercato da vendere anche per poter esercitare più facilmente i riscatti di praet e brekalo e se fisico e cervello tengono di pjaca

Troposfera Granata
Troposfera Granata
1 mese fa

Può crescere ancora con Juric. Insieme a Mandragora, Pobega ed eventualmente Praet abbiamo un centrocampo di livello davvero buono.

Arturo
Arturo
1 mese fa

Il buon Lukic sarà anche molto titolato, ma forse volevate scrivere “titolarissimo”…

tric
tric
1 mese fa
Reply to  Arturo

ahahahah

Pjaca + Brekalo: l’infortunio di Praet può spalancare le porte alla fantasia croata

Al Verona rimpiangono Juric. Il ds: “E’ forte, difficile sostituirlo”